GINEVRA LOMBARDI A PONTENUOVO: «UN GOVERNO DAL BASSO»

Un video girato in bicicletta sui problemi di Sant’Agostino e poi la presentazione delle liste. La candidata: «Scegliete sulla base di ciò che vi sta più a cuore»
Ginevra Lombardi a Pontenuovo. 1

PISTOIA. Primo incontro pubblico di una campagna elettorale “di fuoco” ieri sera, lunedì 15 maggio, per Ginevra Lombardi e per le sue liste civiche Pistoia Cambia e Pistoia in Movimento al circolo di Pontenuovo.

Un incontro molto partecipato, una settantina di persone, con la presenza dello stesso comitato di Pontenuovo e di quello dell’area Pallavicini. Ciò che Pontenuovo chiede è semplice: una variante e un parcheggio, due obiettivi di cui l’attuale amministrazione si era presa l’onere, senza alcun risultato.

Prima del dibattito è stato presentato un video girato in bicicletta sulla non felice situazione in cui versa il quartiere di Sant’Agostino. Buche, marciapiedi sconnessi e invasi dall’erba, rifiuti abbandonati in ogni angolo delle strade, fondi commerciali vuoti lungo la via principale della zona, cioè via Fermi.

Insomma, una città che giustamente scommette sulla cultura ma che, allo stesso tempo, deve prendere coscienza delle situazioni di incuria e abbandono di molte aree cittadine.

“L’unione ci dà la forza per affrontare i problemi della città con maggiore consapevolezza – ha esordito Antonio Fiorentino di Pistoia Cambia – per questo è nata la lista che oggi rappresentiamo. Partiamo dal basso, mettendo al centro i cittadini e siamo per un’amministrazione fatta dagli stessi cittadini”.

Ginevra Lombardi a Pontenuovo. 2

“Pistoia in Movimento non nasce oggi in vista delle elezioni, ma ha preso forma più di un anno e mezzo fa, quando ci siamo resi conto che la grande novità del Movimento 5 Stelle di Pistoia, che molti di noi hanno contribuito a creare, non è stata la via del cambiamento tanto auspicato – le parole di Laura Dabizzi di Pistoia in Movimento – siamo una lista di cittadini non identificabili in un comitato, ma interessati al bene della città. La politica deve essere al servizio di tutti: per questo trasparenza, ascolto e partecipazione sono requisiti fondamentali per garantire la vera democrazia”.

“Io sono solo la semplice portavoce di un progetto comune – ha detto Ginevra Lombardi – basta con le scelte che passano solo nelle stanze chiuse della politica: al centro ci deve essere la città con i suoi problemi. La politica è partecipazione dei cittadini, che non devono essere informati solo passivamente di decisioni già prese dall’alto”.

La candidata ha anche fatto riferimento a parte del programma delle liste: politiche orizzontali, consigli comunali e giunte aperti alla cittadinanza, accesso agli atti amministrativi da parte di tutti per garantire maggiore trasparenza.

“Se vogliamo cambiare, cambiamo la mentalità delle persone. Leggete tutti i programmi di ogni candidato a sindaco e scegliete sulla base di ciò che vi sta a cuore” ha continuato la candidata, che ha ricordato come a Pistoia il trasporto pubblico costi 4 euro al chilometro, mentre la media regionale è di 1,5 euro, come la disoccupazione sia aumentata dal 12% al 20% negli ultimi 5 anni e come l’inquinamento da polveri sottili abbia raggiunto livelli altissimi nella nostra città.

[pistoia cambia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento