gioco d’azzardo. DENUNCIATI QUATTRO CITTADINI CINESI

In una operazione la Polizia di Stato ha sequestrato denaro per oltre 18.000 euro. Sanzioni per il titolare del centro per 10.000 euro
Gioco d’azzardo

PRATO. Martedì pomeriggio, la Squadra di Polizia Amministrativa della Divisione Pasi della Questura di Prato ha effettuato attività di verifica e controllo presso un “Centro Benessere” ubicato nella zona sud pratese, gestito da cittadini cinesi.

L’accertamento si colloca nell’ambito della programmata attività di controllo realizzata dalla Divisione di Polizia Amministrativa presso attività commerciali operanti in questa circoscrizione, espletata in primis dalla suddetta unità operativa.

Nell’esercizio commerciale, gli operatori identificavano 19 persone, tutte cinopopolari, regolari sul territorio ad eccezione di una che veniva pertanto accompagnata in Ufficio per i relativi adempimenti amministrativi.

All’atto della verifica, all’interno di una delle stanze adibite a massaggi, sono stati sorpresi quattro cinesi (che hanno tentato di darsi alla fuga) intenti a giocare d’azzardo al tipico gioco del “Mahjong” su di un tavolo da gioco — appositamente allestito — con del denaro contante messo in palio..

Il controllo si concludeva pertanto con la denuncia in stato di libertà dei quattro giocatori per il reato di gioco d’azzardo ed il sequestro preventivo del denaro, ai fini della confisca per un ammontare complessivo di euro 18.600, nonché del materiale da gioco.

Il cittadino cinese irregolare veniva denunciato in stato di libertà per il reato di clandestinità, mentre personale della Polizia Municipale, fatto convogliare in loco, provvedeva al sequestro amministrativo del locale per le riscontrate violazioni in ordine alle mancanze di titoli autorizzativi elevando sanzioni per 10.000 euro.

[questura di prato]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email