GIOSTRA DELL’ORSO, CONSULTAZIONE POPOLARE

Il voto potrà essere espresso dai soli residenti a Pistoia dalle 8 di mercoledì 24 febbraio alle 13 di giovedì 3 marzo tramite il sistema regionale “Open Toscana”
Giostra. Pubblichiamo solo immagini neutre o folcloristiche
Giostra dell’Orso

PISTOIA. “Dopo aver preso visione degli indirizzi vincolanti ai quali la Commissione provvisoria del Comune deve attenersi nella stesura del nuovo regolamento per la Giostra dell’Orso, lei ritiene che nel 2016 la Giostra debba riprendere?”. È questo – in sintesi – il quesito che sarà sottoposto a consultazione popolare dalle 8 di mercoledì 24 febbraio alle 13 di giovedì 3 marzo per decidere il futuro della manifestazione.

Prima di esprimere il voto, i cittadini saranno invitati a prendere visione dei contenuti della mozione deliberata dal consiglio comunale il 21 dicembre scorso che, oltre ad impegnare il sindaco e la giunta allo svolgimento della consultazione popolare, elenca una serie di indirizzi vincolanti, per la stesura del nuovo regolamento relativo all’eventuale futuro svolgimento della Giostra.

La scelta sulla quale viene chiamata ad esprimersi la cittadinanza è, infatti, tra l’opzione di non fare la Giostra o quella di fare una Giostra modificata rispetto a quella fin qui realizzata.

Tra le indicazioni vincolanti contenute nella mozione, infatti, figurano la scelta della razza dei cavalli, che dovrà essere adeguata alle caratteristiche della pista e di una competizione che dovrà premiare l’abilità e la precisione anziché la velocità; i fantini dovranno essere residenti nella provincia di Pistoia e rispondere ai requisiti tecnici stabiliti dalla “commissione provvisoria” del Comune di Pistoia (ovvero una commissione composta da tutti i soggetti competenti sui vari aspetti, sia tecnici che storico-culturali, legati alla manifestazione); le procedure di certificazione della pista dovranno attenersi alle disposizioni contenute nell’ “Ordinanza contingibile e urgente concernente la disciplina di manifestazioni popolari pubbliche o private nelle quali vengono impiegati equidi, al di fuori degli impianti e dei percorsi ufficialmente autorizzati”.

Per l’assegnazione dei punteggi, la precisione nel colpire il bersaglio dovrà avere un peso preponderante rispetto ad ogni altro aspetto della competizione; la “commissione provvisoria” dovrà inoltre stabilire un tempo minimo e un tempo massimo di percorrenza della pista. La giuria dovrà possedere professionalità tecniche stabilite da una federazione equestre riconosciuta a livello nazionale e in caso di comportamenti “antisportivi” dovranno essere applicate sanzioni severe ed esemplari fino all’esclusione dalla gara dei rioni che dovessero rendersene protagonisti.

La consultazione pubblica. Modalità, criteri e tempi per la consultazione pubblica sul futuro della Giostra dell’Orso sono stati definiti da una delibera di giunta dello scorso 30 dicembre, dopodiché il responsabile per la partecipazione del Comune di Pistoia ha provveduto ad elaborare la proposta di quesito che, una volta licenziata dalla giunta, è stata portata all’attenzione della commissione consiliare competente.

Non pubblichiamo volutamente foto di animali in difficoltà
Giostra dell’Orso

Per la votazione sarà utilizzato il sistema regionale Open Toscana, già ampiamente utilizzato dall’Ente regionale per le consultazioni pubbliche e ulteriormente perfezionato proprio per il Comune di Pistoia al fine di offrire una piena garanzia circa l’unicità degli accessi e permettere la partecipazione ai soli residenti nel Comune di Pistoia.

Potranno infatti votare, accedendo alla piattaforma online della Regione Toscana, solo i cittadini iscritti nelle liste elettorali del Comune di Pistoia. Gli elettori saranno individuati tramite riconoscimento con codice fiscale e numero della tessera elettorale. I cittadini che si trovino in difficoltà nell’utilizzare il mezzo informatico potranno trovare supporto negli uffici di PistoiaInforma oppure nelle sedi comunali decentrate e alla biblioteca San Giorgio. Ciascun cittadino potrà votare solo una volta e il voto sarà segreto. L’esito definitivo della consultazione sarà reso noto solo al termine del periodo di votazione.

La consultazione popolare sarà preceduta da un incontro informativo e di approfondimento, che dia spazio alle ragioni del “sì” e a quelle del “no” in sala Maggiore, in programma per martedì 23 febbraio alle ore 21.00. Il garante della comunicazione del Comune di Pistoia Angelo Ferrario, che tra oggi e domani contatterà i vari soggetti coinvolti, condurrà il dibattito tra chi esporrà la posizione a favore della ripresa della manifestazione e chi si dirà contrario.

Il testo integrale del quesito

“Il Consiglio Comunale di Pistoia ha stabilito i seguenti indirizzi vincolanti ai quali la Commissione provvisoria del Comune di Pistoia dovrà attenersi nella stesura del nuovo regolamento per la Giostra dell’Orso:

  • A) la scelta della razza dei cavalli – tenuti presenti i contenuti del “Regolamento per la tutela del cavallo nella Giostra dell’Orso Città di Pistoia”, compatibilmente con le indicazioni propedeutiche e gli indirizzi vincolanti qui esplicitati – deve sottostare alle valutazioni di ordine tecnico e veterinario stabilite in seno alla «Commissione provvisoria» del Comune di Pistoia, tenendo presente che la struttura fisica del cavallo deve essere adeguata alle caratteristiche della pista e di una competizione che intende premiare abilità e precisione anziché la velocità
  • B) i fantini debbono rispondere ai requisiti tecnici stabiliti dalla «Commissione provvisoria» del Comune di Pistoia ed essere residenti a Pistoia e Provincia
  • C) le procedure per la certificazione della pista debbono attenersi alle disposizioni contenute nella “Ordinanza contingibile ed urgente concernente la disciplina di manifestazioni popolari pubbliche o private nelle quali vengono impiegati equidi, al di fuori degli impianti e dei percorsi ufficialmente autorizzati. (09A10569)” (c.d. “Ordinanza Martini”), G.U. Serie Generale n. 207 del 7 settembre 2009 e successive modificazioni, avvalendosi di tutte le necessarie figure tecniche
  • D) per l’assegnazione dei punteggi:
    I. la precisione nel colpire il bersaglio deve costituire titolo preferenziale ed avere un peso preponderante rispetto ad ogni altro aspetto della competizione, fatto salvo il seguente punto D) II.
    II. la “Commissione provvisoria” del Comune di Pistoia deve stabilire un tempo minimo ed un tempo massimo di percorrenza della pista commisurato alle caratteristiche dei cavalli, ai quali i partecipanti debbono attenersi, prevedendo nel regolamento sanzioni qualora tali parametri non venissero rispettati
  • E) i partecipanti alla competizione debbono essere valutati anche sotto il profilo stilistico, secondo modalità stabilite dalla «Commissione provvisoria» del Comune di Pistoia, al fine dell’attribuzione di un premio speciale individuale
  • F) la giuria deve possedere professionalità tecniche stabilite da una federazione equestre riconosciuta a livello nazionale che consentano di presiedere al regolare svolgimento della gara, sia per quanto concerne l’attribuzione dei punteggi legati ai precedenti punti D) I. e D) II., sia per quanto riguarda gli aspetti stilistici di cui al punto E); deve, inoltre, vigilare in ordine al rispetto di regole specifiche, che la “Commissione provvisoria” del Comune di Pistoia ha il compito di predisporre, che permettano l’applicazione di sanzioni severe ed esemplari nei confronti di eventuali comportamenti “antisportivi”.
    Due momenti della giostra
    Due momenti della giostra

    Nel caso episodi di tale natura compromettano la sicurezza della manifestazione, la giuria potrà comminare sanzioni finanche all’esclusione dalla gara in corso dei Rioni che dovessero rendersene protagonisti; deve, inoltre, accertare che il clima nell’area di gara rimanga sufficientemente sereno, evitando che episodi di tensione o concitazione possano produrre comportamenti dei cavalli che rischino di pregiudicare la sicurezza della manifestazione

  • G) negli spazi di gara e di preparazione alla competizione deve essere consentita la sola presenza di cavalli, fantini e del personale medico, compreso quello veterinario; ciascun Rione deve fornire i nominativi dei responsabili di gara per un massimo due persone a cui sarà consentito l’accesso
  • H) qualora dovesse verificarsi un incidente, la cui gravità sia tale da compromettere la sicurezza di persone ed animali, la giuria deve sospendere immediatamente la gara
  • I) il protocollo da seguire in caso di incidente di gara, deve essere preventivamente stabilito dalla Asl e recepito dalla «Commissione provvisoria» del Comune di Pistoia, la quale prenderà atto delle condizioni fissate, inserendole come parte integrante del regolamento della Giostra dell’Orso
  • J) le modifiche al nuovo regolamento della Giostra dell’Orso potranno essere apportate dal Comitato Cittadino d’intesa con il Consiglio Comunale, che verificherà il rispetto dei presenti indirizzi vincolanti, previa consultazione delle necessarie figure tecniche.
    Dopo aver preso visione di tali indirizzi, lei ritiene che nel 2016 la Giostra debba riprendere?

[puggelli – comune pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento