GIOSTRA, L’AMMINISTRAZIONE NON DOVEVA PERDERE TEMPO

La giostra dell’Orso
La giostra dell’Orso

PISTOIA. Insomma questa amministrazione, dopo aver sospeso la giostra dell’Orso e preso l’impegno di rivedere le modalità nel consiglio comunale, alla fine pare che non sia riuscita a fare un bel nulla. Incapacità? Indecisione? O puro estetismo?

Non è per caso che si è scelto un piccolo espediente, piccolo davvero! Un po’ di campagna preelettorale? Espediente abusato da tutti i modelli del centro sinistra che in questo ventennio hanno tenuto al palo il nostro Paese impedendo le riforme necessarie.

Certo mi viene in mente uno spot recente: “Ti piace vincere facile”. Un po’ di rumore con bagno di folla per un argomento piccolo, piccolo e leggero, facilmente risolvibile nel cosiddetto “Palazzo”. Solito vezzo di una nomenclatura senza idee chiusa al nuovo e incapace di affrontare le sfide del domani. Una sinistra che è conservazione.

Cosa si poteva fare? Si doveva rivedere le regole della giostra con un’ampia partecipazione delle forze politiche che animano il nostro consiglio comunale e, perché no, di tutti gli altri attori interessati.

Un processo di vera partecipazione che doveva essere anche occasione di sincero spirito di confronto nella città. Non mero specchio estetico come invece questa amministrazione pare preferire.

Massimo Alby

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento