GIULIO REGENI, LE INIZIATIVE IN SUA MEMORIA

Martedì 25 gennaio saranno 6 anni dalla scomparsa al Cairo del ricercatore italiano. Monumenti illuminati di giallo e striscioni e foto per ricordare e chiedere verità e giustizia

Giulio Regeni

PRATO. Martedì 25 gennaio saranno 6 anni dalla scomparsa, al Cairo, del ricercatore italiano Giulio Regeni. Nel rispetto delle normative anti Covid 19 si terranno alcuni momenti di ritrovo.

Per ricordare Giulio alle 19.41, orario in cui si persero le sue tracce, il Palazzo Pretorio in piazza del Comune si illuminerà di giallo e l’illuminazione si ripeterà per tutta la settimana. In piazza del Comune e in piazza Duomo saranno allestiti anche due totem che riportano la scritta presente sulla panchina gialla dedicata a Giulio che si trova a Santa Lucia: A Giulio Regeni, nato a Trieste il 15 gennaio 1988, ricercatore italiano per l’Università di Cambridge. Rapito a Il Cairo il 25 gennaio 2016. Torturato e poi ucciso. Il suo corpo è stato ritrovato il 3 febbraio 2016.

Anche i monumenti degli altri sei comuni della Provincia si illumineranno e saranno affissi striscioni e foto in luoghi simbolo nel ricordo di Giulio. A Poggio a Caiano saranno illuminate di giallo le Scuderie medicee, a Carmignano il Palazzo comunale, a Vaiano il Palazzo comunale, a Cantagallo la Rocca Cerbaia, a Vernio lo Scalone dell’oratorio di San Niccolò e a Montemurlo il Palazzo comunale e piazza della Libertà.

L’assessore Santi

Inoltre sarà realizzato un volantino collage di tutti e 7 i comuni della Provincia che raccoglierà alcune foto dei sei anni trascorsi ricordando l’impegno di comuni e associazioni per chiedere verità e giustizia per Giulio e il volantino sarà pubblicato a partire dalla pagina di VeritàperGiulio, su tutti i social delle amministrazioni e della associazioni coinvolte.

Il giorno 25 sarà inoltre scattata in piazza del Comune intorno alle 19.41 una foto con un cartello su cui sarà scritto #veritàegiustiziapergiulio che sarà inviata per essere condivisa alla pagina di VeritàperGiulio e così faranno gli altri comuni della Provincia e le associazioni coinvolte che sono: Comitato Verità e Giustizia per Giulio Regeni di Vaiano, Arci Prato, Arci Toscana, Cdse, Libera, Anpi, Aned Prato, Anpi sezione di Vaiano, Anpi sezione di Cantagallo, Anpi sezione di Vernio, Cgil Spi, Cgil Prato, Auser, Auser La sartoria Vaiano, T’accompagno io Vaiano, Pubblica Assitenza Vaiano, Prato per la Pace, Consiglio comunale dei ragazzi di Vaiano e Cantagallo.

“In questo momento così delicato con il processo in corso è importante continuare a essere vicini alla famiglia Regeni per chiedere verità e giustizia per Giulio. Riuscire a fare rete a livello provinciale è davvero importante e la rete di sostegno che si è creata intorno a questa sacrosanta battaglia negli anni si è rafforzata, nonostante la situazione pandemica, e questo ci rende tutti orgogliosi”. Queste le parole dell’assessore alla memoria Ilaria Santi.

[comune di prato]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email