GIUSTIZIA PISTOIESE O… DELL’ALTRO MONDO?

 

DOMANI
MARTEDÌ 6 LUGLIO ALLE ORE 9:00
AL TRIBUNALE DI PISTOIA
PIAZZA DUOMO – AULA SIGNORELLI

parte il processo costruito
dalla Procura della Repubblica di Pistoia
contro le libertà costituzionali
di stampa, di pensiero e di espressione
ai danni di Linea Libera e dei suoi

Due le strade possibili:

1. o la via della Giustizia Terrena, che dovrà pronunciarsi
con rigore e presa d’atto che l’iter investigativo
è dovunque minato da superficialità imbarazzante

2. oppure la Via Divina, ovvero una sentenza di « fatwā »
da pronunciare dopo lunga tortura davanti al Creatore,
per riaffermare che il Sistema Palamara ha sempre ragione

 

Tutto il popolo è invitato a intervenire. I processi sono pubblici
e hanno quindi posto in prima fila anche i giornalisti di Pistoia che però,
secondo il costume già consolidato anche
nella imbarazzante questione-Mancini, saranno già stati
opportunamente inibiti da chi non ama i processi mediatici

ACCORRETE NUMEROSI!

____________________________________________

16 le persone mortalmente offese dalla verità
30 circa i capi d’imputazione raffazzonati a dozzina
40 circa le querele, denunce, aggiunte, addizioni e sottrazioni
a dimostrazione che Linea Libera è un giornale pericoloso
e che semina il terrore a Pistoia e provincia


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email