«GLIÈ TUTT’UN MAGNA MAGNA» DISSE DANTE A PALERMO

Gliè tutt’un magna magna
«Gliè tutt’un magna magna… Dante non si pente più!»

CANTAGRILLO. Riceviamo e pubblichiamo:

Gentile Direttore,
seguo sempre il suo giornale e vorrei farle i complimenti per lo spirito critico con cui analizza i fatti della nostra provincia.

Le scrivo per raccontarle una storia accaduta qualche giorno fa.

Un carissimo amico, iscritto al Pd di Cantagrillo, mi ha sollecitato a partecipare ad una cena elettorale per un candidato alle prossime regionali: Massimo Baldi.

Non ho partecipato con grande entusiasmo poiché in genere non mi interessano certe iniziative e l’ho fatto solo per amicizia.

Dopo questa esperienza sono però sicuro che non parteciperò più.

A parte i soliti discorsi della politica (e Baldi sembra un candidato più di Forza Italia che del Pd) mi sono sorpreso non poco a vedere chi ha partecipato alla cena.

Al tavolo principale c’erano, oltre a Massimo Baldi, Gianni Catalano, consigliere comunale del Pd,  Ermanno Bolognini, consigliere comunale avversario del Pd (non so di che partito è), seduti uno accanto all’altro in grande amicizia. Pronti ad applaudire Baldi ad ogni parola.

Come possono Bolognini e Catalano avere la stessa idea se poi in Comune sono avversari?

Non mi intendo di politica, per carità, ma da elettore ho capito che sotto sotto sono tutti d’accordo.

Fanno finta di combattersi ma poi cenano insieme e anche senza vergogna.

S.M.

Mi scusi se non metto il nome completo ma, abitando a Cantagrillo è meglio evitare!

__________

 

UNA BANANA TROPPO CARA

banana

 

Gentile S.M.,
e non sa che il Pd di Serravalle è imbestialito contro il Catalano tanto che vorrebbe buttarlo fuori dal gruppo consiliare del Pd!

Lo vede com’è il mondo? Se la ricorda la famosa scena del Benigni in Johnny Stecchino? Quella della banana, del maresciallo e di Dante che non si pente più…?

Cari saluti e a presto.

e.b.

Vedi “Gliè tutt’un magna magna”: https://www.youtube.com/watch?v=UKJNyJgaA_M

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

10 thoughts on “«GLIÈ TUTT’UN MAGNA MAGNA» DISSE DANTE A PALERMO

  1. Gentile S.M. lei parla di Bolognini. Parla di Catalano di Massimo Baldi. Considera Cantagrillo come un paese particolare . Mentre non ci parla del menù. Se la presenza di Bolognini
    Catalano le sono rimasti indigesti , poteva sempre ordinare due doppi amari.

  2. Caro S.M. il fatto che si firmi con due lettere dell’alfabeto è molto triste, soprattutto per la sua coscienza, se ne possiede una…
    Tuttavia il turbamento che lei ha provato in quel convivio è la dimostrazione che il vento nuovo del pensiero di Renzi, secondo cui è necessario superare logiche “settarie” di una politica fatta in sezioni chiuse e magari con le solite facce da decenni a prendere decisioni che contano, non è di suo gradimento. Si potrebbe forse sconvolgere il quieto vivere di tanti come lei?!?! Questo modo di fare politica ha certamente contribuito al declino del nostro paese.
    Forza! Si faccia coraggio, non abbia paura di chi alle volte pensa diversamente da lei, esca dalla caverna di platonica memoria, se non per lei lo faccia per i suoi figli… altrimenti il buon Pippo Civati potrebbe indicarle il percorso da seguire!

    P.S: Sono certo che non sarà d’accordo sulla candidatura di Federico Gorbi (anche lui all’opposizione in Consiglio comunale a Serravalle) in appoggio al nostro Governatore Rossi o no???
    Luca Magazzini

    1. L’AUTORE DELLA LETTERA SCRIVE:
      ___________________________

      Caro Direttore,
      la ringrazio per aver pubblicato il mio sfogo.
      Vedo che l’articolo è stato commentato anche dal signor Luca Magazzini che fa un discorso che io non riesco a capire.
      Sarà che lui è un politico navigato e invece io non ho mai avuto una tessera di partito in tasca.
      Sarà che non sono abituato come lui a partecipare alle cene del Baldi e poi a farmi fotografare due giorni dopo con il presidente della Lega Salvini.
      Sarà che non mi interesso di Civati, di sezioni chiuse, di logiche settarie, tutte cose che Magazzini sembra conoscere bene.
      Però devo notare che nessuno ha avuto da ridire con il mio “sfogo” cioè che di giorno fanno finta di farsi la guerra ma di notte rimettono tutte le cose apposto.
      Come dice lei “gliè tutto un magna magna”.
      Cordiali saluti.

Lascia un commento