GOLIARDI SI NASCE, 25 ANNI DOPO

Goliardi si nasce
Goliardi si nasce

AGLIANA. Chi c’era, in quei giorni e in quel gruppo, non se lo è certo dimenticato. Ma riproporlo, a distanza siderale (venticinque anni), al di là del fatto che lo scopo è benefico, dunque lodevole, sarà un trionfo. Ci riferiamo all’iniziativa promossa dai Goliardi si nasce, gruppo storico aglianese che aveva il proprio quartier generale presso il Bar Anisare, più noto al secolo della Piana come ’l cinese e che rivedrà la luce, anzi, il buio della sala del Moderno di Agliana, i prossimi 2 e 3 maggio e 30 e 31 maggio, con la riproposizione in proiezione digitale delle due commedie realizzate nel 1989 e nell’anno successivo.

Nel 1989, quella masnada di scavezzacollo si mise all’anima di realizzare una commedia, Alessandro dicci la verità, sottotitolato “tutto quello che avreste voluto sapere sui Promessi Sposi e non avete mai osato chiedere”, un successo pianetario che venne glorificato il 29 aprile del 1990 sempre al Moderno di Agliana che fu costretto, in virtù di un inaspettato e in aspettabile tutto esaurito, a replicare la commedia per ben altre due serate. L’anno successivo, sulla scia dell’entusiasmo e del successo del debutto, il gruppo si permise il lusso di bissare e mise in scena Dante ne fa una ne fa tante!

Anche allora, lo scopo delle due goliardate fu benefico e grazie a quelle due rappresentazioni il gruppo Goliardi si nasce raccolse trenta milioni del vecchio conio che devolse ad associazioni territoriali. Gli incassi di queste quattro riproposizioni saranno invece devolute all’Associazione onlus Porta Aperta, non modificando affatto la natura solidaristica della nostalgica e amena rimpatriata.

Lo scorso 13 marzo è partita la prevendita e nel giro di poco anche stavolta, proprio come 25 anni or sono, si è presto registrato il tutto esaurito, un pienone che ha imposto alla direzione della Sala e a quelli del Gruppo di fare due repliche per entrambe le rappresentazioni. Chi ancora non fosse in possesso del biglietto e non avesse alcuna intenzione di perdersi gli eventi, può contattare telefonicamente il teatro Moderno (338 2708094) o recandosi direttamente ogni sabato dalle 17 alle 19 presso la biglietteria del Teatro.

Tutti e quattro le proiezioni avranno inizio alle ore 21,30: si accettano risate a crepapelle, ma anche qualche lacrima. Di nostalgia, ovviamente.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento