GORBI SULLE COMMISSIONI CONSILIARI

Federico Gorbi
Federico Gorbi

SERRAVALLE. Pubblichiamo un intervento del Capogruppo Serravalle Popolari e Riformisti, Federico Gorbi.

In merito al verbale redatto dal Presidente sig. Roberto Lido Daghini desidero precisare che parte del verbale stesso è impreciso e volontariamente distorto dal Presidente stesso.
La registrazione della seduta può dimostrare quanto da me asserito.

La parte del verbale che intendo contestare è la seguente:
“La discussione è stata interrotta da un intervento di un operatore presente nel pubblico, non avente diritto di parola, qualificatosi con il cognome Penta, il presidente e il consigliere Menchetti fanno presente, che ciò non è possibile perchè esistono delle regole da seguire. Il consigliere Gorbi era a dibattito con il soggetto, per questo viene ripreso, il quale reagisce in malo modo, nei confronti del presidente, uscendo volontariamente dall’aula. Il soggetto ha continuato a parlare per alcuni minuti, al termine alle ore 22,25 la riunione ha termine”.

Faccio presente:

  1. La discussione non è stata affatto interrotta poichè il sig. Penta, che fino a quel momento era rimasto silenzioso ad ascoltare il dibattito, ha chiesto di parlare in modo assolutamente educato.
  2. Il consigliere Menchetti è intervenuta, dopo le prime battute del sig, Penta, per richiamare all’ordine lo stesso signor Penta e il signor Martini che avevano alzato la voce per incomprensioni sorte tra di loro e mai ha fatto presente al sig. Penta che non avrebbe potuto esprimere la propria opinione ma, piuttosto, che avrebbe dovuta esprimerla in modo pacato. Sarebbe d’altra parte fuori luogo che un semplice consigliere si sostituisse nei compiti spettanti esclusivamente alla figura autorevole del Presidente.
  3. Il consigliere Gorbi non era affatto a dibattito con il signor Penta il quale, anzi, si rivolgeva in generale a tutti i presenti ed aveva sentito la necessità di intervenire a seguito del contributo del Presidente del Comitato Fiera, sig. Ciampi. Evidentemente era proprio diretta a questi la propria riflessione e non certo al sottoscritto.
  4. Il Presidente, nel redigere il verbale, dovrebbe riportare semplicemente i fatti, astenendosi dall’aggettivare i comportamenti o le parole sostenute dai membri della commissione e dagli ospiti. Non accetto quindi che venga detto che ho reagito “in malo modo” poichè ho espressamente chiesto che fosse scritto a verbale che “mandavo a fare in culo” il Presidente, definendolo sovietico più che comunista, poichè negava il diritto di parola ad un operatore della Fiera, nonostante chiedessi espressamente che potesse parlare ed esprimere la propria opinione.
  5. Prova delle mie ragioni è il fatto che, successivamente al mio abbandono della sede della riunione, il sig, Penta è stato fatto parlare, in contraddizione palese con quanto espresso fino a quel momento dal Presidente della Commissione. Delle due l’una: o era legittima la mia richiesta o il Presidente non sa condurre le riunioni della commissione.
  6. Definire il sig. Penta “un soggetto”, come viene fatto per ben due volte nel verbale, lascia trasparire l’atteggiamento di prevenzione che il Presidente ha nei confronti del sig. Penta. La parola soggetto, in lingua italiana, quando riferita ad una persona è, normalmente abbinata ad una visione negativa della persona stessa (ad esempio: è un pessimo soggetto, con un simile soggetto non è possibile andare d’accordo, bel soggetto quella donna!).
  7. Nel verbale, infine, tra i presenti vengo menzionato in qualità di invitato ma, con buona pace del Presidente, vorrei ricordare che sono invitato in quanto capogruppo, e non consigliere.

Chiedo scusa per la lunghezza della mia esposizione ma la ritengo necessaria affinchè i consiglieri assenti possano farsi un’opinione corretta dei fatti avvenuti.

Cordiali saluti.

Scarica:

 

Federico Gorbi
Capogruppo Serravalle Popolari e Riformisti

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

3 thoughts on “GORBI SULLE COMMISSIONI CONSILIARI

  1. Castruccio91, ha forse paura di svelare la sua identità?
    Sarebbe molto più simpatico e dimostrerebbe intelligenza se partecipasse al dibattito a volto scoperto. Nascondersi è tipico dei pavidi (se ne comprende il significato) o dei delinquenti

Lascia un commento