GUARDIA DI FINANZA DI PRATO, SCOPERTA UNA BISCA CLANDESTINA

Migliaia di euro sul tavolo di gioco. sette denunziati

La bisca clandestina

PRATO. L’emergenza sanitaria in atto non ostacola l’esercizio di alcune attività illecite che connotano la vita quotidiana in alcune delle aree della città, quali ad esempio il gioco d’azzardo.

I “Baschi Verdi” del Gruppo di Prato, a seguito di precedente attività info-investigativa, hanno fatto irruzione — nelle ore serali —all’interno di un “Pronto Moda” in zona Macrolotto, gestito da cittadini di origine cinese.

Allertati dalle urla di allarme di alcuni connazionali presenti all’ingresso del pubblico esercizio, sette cittadini cinesi — che si trovavano inequivocabilmente attorno ad un tavolo — hanno cercato goffamente di occultare le banconote ed i pezzi da gioco.

Troppo tardi. I Finanzieri nel frattempo avevano già fatto ingresso nel locale allestito per il “Mahjong”, gioco che va per la maggiore tra i cinesi di stanza a Prato.

Le banconote complessivamente rinvenute e sottoposte a sequestro ammontano ad oltre 13 mila Euro.

L’esatta indicazione, nei verbali redatti, degli importi sequestrati ai singoli giocatori, consentirà loro di regolare successivamente i conti.

Sei individui, dell’età compresa tra 40 e 50 anni e quasi tutti residenti a Prato, sono stati denunziati alla locale Procura della Repubblica, che ha coordinato le indagini, per il reato di partecipazione a gioco d’azzardo, il settimo — titolare del “Pronto Moda” — per averne consentito l’esercizio.

[guardia di finanza— comando regionale]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email