HC PISTOIA RAGGIUNTO ALL’ULTIMO MINUTO DAL RASSEMBLEMENT TORINO: 3-3

Una immagine della partita col Torino
Un’immagine della partita col Torino

PISTOIA. Assistere alle partite di hockey è certamente molto appassionante ma sicuramente bisogna esser forti di cuore, ci sono emozioni a non finire, lo sanno bene i tifosi accorsi oggi al “Frascari” per sostenere gli hockeyisti arancioni.

La sconfitta di Pisa aleggia ancora nell’aria ma i tecnici Treno e Tassi hanno fatto un buon lavoro in settimana, i ragazzi del presidenti Arcangeli si approcciano a questa difficile gara concentrati e con tanta voglia di far punti; ma la sostanza dei piemontesi si vede, al minimo errore dei padroni di casa il Rassemblement cerca di far male.

La gara è tesa, Pistoia gioca come al solito in attacco ma la tecnica degli avversari è tangibile; l’equilibrio si rompe a metà tempo: sull’unico corner corto concesso agli arancioni Pistoia passa in vantaggio: sulla respinta del portiere ospite Menichini è il più svelto di tutti e ribatte in rete.

La reazione degli ospiti è massiccia e gli arancioni sono messi alle corde ma riescono a resistere e poi a portare il baricentro del gioco più avanti infatti nel finale di tempo segnano con Natali che in mischia insacca il raddoppio chiudendo il primo tempo.

La gara sembra segnata ma nel secondo tempo cambia, comincia a diventare nervosa; Pistoia subisce una espulsione temporanea per proteste e in questo periodo di inferiorità numerica il Rassemblement accorcia, si crea una mischia in area arancione, i difensori non riescono a liberare ed arriva il tapin degli ospiti.

Pistoia però reagisce ed ha il suo momento migliore, blocca a centrocampo il gioco dei gialli di Torino e riparte in contropiede segna di forza il malese Sandrakasi seminando la difesa ospite. Partita chiusa? Niente affatto, un altro episodio cambia l’andamento della gara: un clamoroso errore di valutazione arbitrale mette fuori ancora in espulsione temporanea una altro giocatore arancione, gli ospiti ne approfittano per spingere e creano qualche mischia in area, la difesa arancione è spesso lenta a spazzar via e gli ospiti accorciano ancora.

Il nuovo arrivato Selvaraju Sandrakasi con il coach Treno
Il nuovo arrivo Selvaraju Sandrakasi con il coach Treno

Pistoia è meno brillante ora, ma cerca comunque un’altra rete purtroppo alla minor lucidità si aggiungono diverse decisioni arbitrali apparse ai più, diciamo cosi, discutibili; c’è tensione in campo ci sono cartellini anche per Torino e gli arancioni avrebbero un paio di azioni buone che non concretizzano.

All’ultimo minuto Pistoia subisce un ennesimo corto contestatissimo dal pubblico e nonostante il buon intervento dell’estremo arancione Musto la palla rimane in area, ancora lenti i difensori a spazzare e Torino agguanta un pareggio insperato.

Nei minuti di recupero un ultima occasione arancione: Sandrakasi serve un bel passaggio in area ma Giordano non riesce nella deviazione che avrebbe sicuramente portato alla rete della vittoria.

A fine gara questo è il commento del Presidente Roberto Arcangeli: “Sono rammaricato del risultato, ma sono contento di come i ragazzi hanno reagito dopo la brutta gara di Pisa, oggi abbiamo incontrato una squadra molto forte e l’avevamo dominata per quasi tutta la gara, loro però hanno sprecato poco e sono stati molto concreti. Comunque noi continuiamo su questa strada, siamo a metà classifica e l’obbiettivo salvezza è sempre la nostra priorità.

Questo comunicato e altre notizie sono anche disponibili su:

[hc pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento