hitachi. RSU FIM-FIOM-UILM, COMUNICATO AI LAVORATORI

 

RSU FIM-FIOM-UILM COMUNICATO AI LAVORATORI

Il 14/04 la direzione di Hitachi Rail ha comunicato alle organizzazioni nazionali ed alle RSU dei singoli stabilimenti la ripresa dell’attività in tutto il territorio nazionale a partire dal giorno successivo. L’azienda ha dichiarato che tale ripresa avviene in deroga al DPCM del 10/042020, che impone all’art 2. la sospensione di tutte le attività produttive non essenziali, secondo quanto regolato dai commi 3 e 4 dello stesso art. 2, dove si autorizza la ripresa dell’attività tramite semplice comunicazione al Prefetto qualora un’azienda ritenga di svolgere attività essenziali.

Responsabilità assunta da una decisione aziendale autorizzata dalle autorità competenti.

In accordo con le organizzazioni nazionali, siamo intervenuti per assicurare che fossero rispettate per il rientro le condizioni di sicurezza previste dal protocollo tra parti sociali del 14 marzo 2020 e per garantire l’uso degli ammortizzatori sociali per tutti i lavoratori non coinvolti nel rientro, dato che il precedente accordo sulla Cassa Integrazione era in scadenza.

L’intesa siglata è valida per il periodo 15/04 – 30/04. I punti dell’intesa sono:

a) Presenze limitate, in accordo con la tabella seguente

Settimana Hitachi Rail Incentrato Totale
Impiegati Operai Totale Referenti Operai Totale
15/04 – 17/04 54 11 65 15 0 15 80
20/04 – 24/04 55 60 115 15 30 45 160
27/04 – 30/04 56 80 136 15 46 61 197

b) Orario lavorativo 7.00 – 15.30, con uscita anticipata di 30′ ed erogazione dell’indennità di mancata mensa.

c) i lavoratori con qualifica di operaio non coinvolti nella ripresa delle attività resteranno in CIGO per il periodo coperto dall’accordo con le seguenti integrazioni:

  • fino al raggiungimento dell’80% della retribuzione mensile lorda da per i primi 3 giorni dalla ripresa dell’attività;
  • fino al raggiungimento del 70% della retribuzione mensile lorda dal 4° giorno di ripresa dell’attività;
  • nei suddetti periodi sono fatte salve le giornate festive (25/04 e 01/05) che saranno retribuite “a pieno titolo” ovvero senza alcuna incidenza della CIGO;
  • nel suddetto periodo azienda garantirà maturazione dei ratei di ferie, PAR e tredicesima.

d) i lavoratori attualmente in smart working non coinvolti nella ripresa delle attività continueranno a lavorare con tale modalità; a questi lavoratori si richiede di fruire nel periodo 20/04 – 30/06 di 10 giorni di Ferie residue anni precedenti o Conto Ore o, nel caso di disponibilità di tali istituti in misura inferiore, di fruire nel suddetto periodo il residuo individuale.

Su nostra proposta sarà organizzata tra tutti i dipendenti della sede di Pistoia una iniziativa di solidarietà, su base volontaria, a compensazione dei lavoratori in CIGO.

La riapertura deve basarsi sul rispetto della tutela della salute e della sicurezza prima di tutto, attraverso le regole ad oggi definite, e sulla tutela delle condizioni per tutti i lavoratori. I delegati saranno presenti in azienda a partire dal primo giorno di riapertura in modo da assicurare ai lavoratori un chiaro punto di riferimento in queste difficili circostanze.

RSU FIM-FIOM-UILM Hitachi Rail Pistoia
20/04/2020


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email