housing sociale. A PRATO 80 ALLOGGI IN AFFITTO CON PREZZI CALMIERATI

La presentazione del bando

PRATO. Sarà pubblicato martedì 30 maggio sul sito del comune di Prato il bando di gara per l’individuazione del soggetto attuatore dell’Housing sociale nei lotti YY e KK del PdL (Piano di Lottizzazione) Gello.

È stato presentato in Sala Giunta il bando di gara dall’assessore all’Urbanistica e ai Lavori pubblici Valerio Barberis, dall’assessore alle Politiche sociali Luigi Biancalani, dal presidente dell’Edilizia Pubblica Pratese e da Fabio Cipriani, responsabile dell’area tecnica di E.P.P.

Con questa operazione si prevede di realizzare su aree di proprietà comunale – i lotti YY e KK – 80 alloggi, con tagli medi di circa 70 mq e almeno la metà di circa 50 mq, da destinare alla locazione per 15 anni a canoni ridotti e con prezzi di vendita calmierati dopo lo scadere di tale obbligo.

A fronte della cessione gratuita dei lotti si richiede di offrire, per 15 anni dalla data dell’abitabilità, alloggi ad un canone mensile non superiore ad €. 5,80 al mq di superficie utile netta (es. ad oggi: Bilocale circa € 340 mensili, Trilocale circa € 500 con IVA inclusa) e per i 5 anni successivi un prezzo di vendita non superiore a 1.850 € al mq, rivalutato, di superficie commerciale.

“L’Amministrazione sta intraprendendo questo percorso di Housing sociale, uno tra i pochi progetti in tutta Italia, -— spiega l’assessore ai lavori Pubblici Valerio Barberis  —  Cerchiamo di facilitare la ricerca di alloggi alla cosiddetta fascia grigia, ovvero quella che non può permettersi affitti a prezzi di mercato, ma che non rientra nemmeno nei tetti massimi delle case popolari. L’intervento fornisce invece l’opportunità di ridurre notevolmente i costi di affitto”.

’Il 30% delle persone che si rivolgono a noi dei servizi sociali hanno problemi con il pagamento di un affitto a prezzi di mercato, — spiega l’assessore alle Politiche sociali Luigi Biancalani — questo costo incide per il 50% delle loro entrate portandoli ad avere serie difficoltà di arrivare a fine mese”.

Il Bando in pubblicazione, oltre agli obiettivi dei canoni ridotti e prezzi di vendita contenuti, si propone di individuare un operatore che predisponga un progetto con elementi di pregio tecnico con possibilità di utilizzo e gestione sociale dell’intervento e criteri di bioedilizia e contenimento dei consumi energetici per una classe energetica non inferiore alla A.

Inoltre deve anche offrire l’eventuale riduzione dell’importo del canone di locazione e l’eventuale minor tempo di realizzazione dell’intervento rispetto ai 1.100 giorni previsti. Una volta presentate le offerte con la documentazione necessaria, una cauzione provvisoria di € 160.000 ed espletata la fase di aggiudicazione, l’operatore selezionato, entro 180 giorni decorrenti dalla determina dirigenziale di aggiudicazione definitiva, dovrà espletare il concorso di progettazione nel rispetto delle indicazioni contenute nella “Guida alla progettazione” allegata al bando. L’operatore dovrà poi presentare la documentazione volta al rilascio dei permessi di costruire relativa ai due lotti edificabili ed alle opere urbanizzative, completa di tutti gli elaborati, documenti e pareri preventivi necessari e previsti dalle norme in materia.

I lavori cominceranno a metà del 2018.

[gc — comune prato]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento