I 5 STELLE E I RIMBORSI DI PUBLIACQUA

Lafranceschina e Bartoli
Lafranceschina e Bartoli

AGLIANA. Il Movimento5Stelle Agliana fa presente, con rammarico, che ad oggi l’amministrazione di Agliana niente sta facendo per informare e aiutare i cittadini nella richiesta di rimborso da Publiacqua riguardo l’incostituzionalità del pagamento della tariffa relativa al servizio di depurazione per il periodo 16/10/2003 – 15/10/2008 (Sent. n. 335 del 15/10/08 c.c.).

Ricordiamo al Sindaco la grave situazione economica che stiamo attraversando, pertanto riuscire a garantire il rimborso a tutti i cittadini che ne hanno diritto, sarebbe un aiuto importante. Come MoVimento5Stelle Agliana, con il banchino di informazione al mercato e presso la nostra sede, ci siamo fatti promotori nell’aiutare le persone, anziani soprattutto, con l’espletamento della procedura di richiesta di rimborso cui grava la prescrizione al 30/09/2014

Con la presente Mozione chiediamo un serio e tempestivo impegno da parte di questa amministrazione comunale affinché

  • 1. Assegni all’U.R.P. o istituisca uno sportello dedicato, al fine di assistere la cittadinanza nell’espletamento delle pratiche per la richiesta di tale rimborso;
  • 2. Sviluppi un programma di supporto ai cittadini sulle modalità di restituzione delle quote di depurazione e per la revisione dei contratti di fornitura idrici;
  • 3. Garantisca tempestivamente la divulgazione delle informazioni sulle procedure da adottare per la restituzione attraverso tutti i mezzi a disposizione (sito internet, quotidiani locali, giornalino comunale periodico, volantinaggio, affissione di manifesti e quanto riterrà opportuno), affinché ogni cittadino sia messo al corrente di tale rimborso
  • 4. Richieda urgentemente a Publiacqua, come riportato nell’art. 4 del Decreto Attuativo del Ministero dell’Ambiente del 30/09/09, comma 1, ltr a), b), c), d), la cartografia aggiornata del sistema fognario comunale e renderla consultabile alla cittadinanza, per verificare immediatamente l’esistenza del presupposto per richiedere il rimborso;
  • 5. Richieda a Publiacqua di aggiornare gli archivi del proprio portale, in quanto sono state riscontrate innumerevoli incongruenze sulle informazioni rilasciate da quest’ultimo a discapito della cittadinanza;
  • 6. Si adoperi affinché Publiacqua adempia ai propri obblighi di restituzione di quanto indebitamente ed illegittimamente incassato, senza dover attendere l’operato di cittadini, associazioni e comitati.
  • 7. Esegua le opportune verifiche su tutti gli immobili comunali per accertare l’esistenza effettiva del servizio di depurazione e fognatura e si adoperi alla richiesta dei rimborsi al fine di evitare un danno erariale sempre a discapito della cittadinanza

Massimo Bartoli
Massimo Lafranceschina

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento