I CITTADINI PROMUOVONO IL PRONTO SOCCORSO DEL SAN JACOPO

Cai: «Gratificazione per il lavoro quotidiano svolto, questi risultati incoraggiano a fare ancora di più»
Il pronto soccorso del San Jacopo
Il pronto soccorso del San Jacopo

PISTOIA. Qual è il suo giudizio sulla qualità dell’assistenza ricevuta al pronto soccorso? Quanto tempo ha atteso prima di essere visitato dal medico? Qual è la sua valutazione sul modo con cui il personale ha gestito il suo dolore?

A queste e ad altre domande, hanno risposto i pazienti che si sono recati nel pronto soccorso dell’Ospedale San Jacopo di Pistoia tra l’8 e il 28 settembre 2014. L’indagine di soddisfazione, condotta nei pronti soccorso dei nuovo ospedali (Prato, Pistoia e Lucca) della Toscana in raffronto con gli altri, è stata realizzata dal MeS, il Laboratorio Management e Sanità della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa.

Obiettivo della rilevazione era conoscere le opinioni dei pazienti rispetto al funzionamento dei pronto soccorso dei nuovi ospedali; in quello del San Jacopo di Pistoia, nella precedente rilevazione erano emerse alcune criticità mentre ora, le percentuali in molti ambiti, sono addirittura tra le più alte della Regione.

I risultati. Per quanto riguarda la valutazione sulla qualità dell’assistenza ricevuta (94% rispetto alla media regionale 90,6%), il tempo di attesa prima di essere visitato dal medico (69,8% rispetto media regionale 68,5%) e il giudizio sulla cortesia del personale infermieristico (95% rispetto alla media regionale del 92%) le percentuali sono tra le più alte di tutta la Toscana.

Per l’81% dei pazienti è tra ottima e sufficiente anche la valutazione sul modo con cui il personale del pronto soccorso ha controllato e gestito il dolore e anche per questo particolare aspetto il pronto soccorso del San Jacopo è ai vertici regionali (77,4% la media Toscana).

È stata poi giudicata positiva (92,8%) anche la capacità di lavorare “in squadra” dimostrata dal personale medico ed infermieristico (90,5% la media regionale).

Alla domanda “in caso di bisogno si rivolgerebbe ancora a questo pronto pronto soccorso?” il 91% ha risposto affermativamente: il 45% perché si è trovato bene e il 47% perché era vicino al luogo di residenza.

Il 91% ha anche dichiarato di essere rimasto soddisfatto sulla chiarezza delle informazioni ricevute dai medici che sono per il 92% dei pazienti cortesi (media regionale 93%).

Il dottor Andrea Cai
Il dottor Andrea Cai

“In questa nuova indagine – ha detto il direttore del pronto soccorso e medicina di urgenza dottor Andrea Cai – vengono dati giudizi positivi, in alcuni casi addirittura lusinghieri, che gratificano il lavoro svolto da tutto il personale, medici, infermieri, operatori socio sanitari: per la prima volta i pazienti hanno valorizzato molti aspetti che sono frutto di un costante impegno, come l’assistenza complessiva, ma anche particolari come la cura del dolore e la relazione dove ci siamo impegnati di più. È stato apprezzato anche il comfort e sicuramente hanno inciso sul giudizio le innovazioni, come l’introduzione della cartella clinica informatizzata, per migliorare il percorso in urgenza. Sono contento di questo risultato – ha aggiunto il medico – che ci stimola e ci incoraggia a migliorare ulteriormente un servizio così delicato e sentito dalla popolazione”.

Come ha funzionato l’indagine. Il questionario si componeva di 40 domande e prendevano in considerazione diversi aspetti legati all’esperienza del paziente nel pronto soccorso del San Jacopo: dal momento dell’accesso fino alla dimissione, quali i tempi di attesa, la cortesia e la professionalità del personale, l’umanizzazione e la relazione.

Sono stati intervistati 296 pazienti (con una copertura del 103,3%) attraverso un questionario spedito per posta a casa, da restituire tramite busta preaffrancata. Si poteva rispondere anche per telefono chiamando un numero dedicato.

I pazienti sono stati estratti tra coloro che si sono recati al pronto soccorso nel periodo indicato dall’indagine e dovevano essere maggiorenni. I dati sono stati trattati nel più assoluto rispetto della privacy.

[ponticelli – usl 3]

_____________

A seguire, nell’articolo successivo, un interessante resoconto sulla situazione della Montagna Pistoiese…

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “I CITTADINI PROMUOVONO IL PRONTO SOCCORSO DEL SAN JACOPO

Lascia un commento