I GIOVANI VOLONTARI, LA FORZA DEI “DIALOGHI”

Due volontarie dei Dialoghi 2015 (2)
Due volontarie dei Dialoghi 2015

PISTOIA. Si è svolta questa mattina, mercoledì 20 maggio, nella Sala Maggiore del Palazzo Comunale la consueta riunione preparatoria dei volontari in vista dell’apertura dei Dialoghi venerdì 22 maggio.

Anche per l’edizione del 2015 si è confermata una grande partecipazione di studenti dell’ultimo biennio delle scuole secondarie di secondo grado di Pistoia e provincia.

L’identikit dei volontari parla di ragazzi tra i 16 e i 18 anni, in prevalenza femmine, che lavorano in squadra e che si dedicano con passione a rendere il festival un appuntamento coinvolgente e vitale. La partecipazione di tanti giovani (2000 in sei edizioni) è stata stimolata anche dagli incontri che ogni anno introducono ai temi trattati dal festival.

Giovani volontari
Giovani volontari

Quest’anno, da gennaio ad aprile, gli antropologi Adriano Favole, Marco Aime e Andrea Staid hanno accompagnato i ragazzi a comprendere al meglio il concetto dell’abitare e dell’accoglienza, tema di questa edizione. Gli incontri sono stati anche molto seguiti in streaming da diverse scuole in tutta Italia.

Quest’anno i volontari sono circa 300, 200 provengono da: Istituto Tecnico Commerciale Capitini; Istituto Comprensivo Suore Mantellate (Liceo scientifico); Istituto Professionale di Stato per l’Agricoltura e l’Ambiente Barone Carlo De’ Franceschi; Liceo artistico Petrocchi; Istituto professionale Pacinotti; Istituto tecnologico Fedi-Fermi; Istituto comprensivo San Marcello; Liceo Scientifico C. Salutati; Istituto Tecnico Commerciale Pacini; Liceo statale Niccolò Forteguerri; Liceo Scientifico Amedeo di Savoia. Ritorna anche il Liceo delle scienze umane James Joyce di Ariccia in provincia di Roma, con 10 volontari e alcune classi in gita per assistere agli incontri.

Due volontarie dei Dialoghi 2015
Due volontarie dei Dialoghi 2015

Anche il liceo delle scienze umane Amedeo di Savoia Duca D’Aosta di Padova e il liceo delle scienze umane Nightngale di Castel Franco Veneto (Tv) hanno organizzato una gita scolastica proprio per poter prendere parte ai Dialoghi. Rispetto alla scorsa edizione si registra una crescente partecipazione degli studenti dell’Università di Firenze (dai 7 del 2014 ai 50 di quest’anno).

Ma i volontari non sono solo giovani. Gli studenti saranno affiancati da circa 50 volontari adulti, membri di cinque associazioni culturali della città: Amici della San Giorgio, Club Alpino Italiano, Crescere, Banca del Tempo e Orecchio Acerbo.

Tante le attività da svolgere ricordate durante la riunione da Francesca Bechini e da Maria Stella Rasetti del servizio educazione e cultura del Comune di Pistoia, che si occupano del coordinamento rispettivamente dei giovani e degli adulti. I volontari si occuperanno di mansioni diverse: dal servizio d’ordine presso le location alla presentazione degli incontri, all’accoglienza del pubblico.

I volontari in sala maggiore
I volontari in sala maggiore

Ci sono anche: la squadra fotografi con 14 giovani fotoreporter coordinati da Francesca Cecconi dell’ufficio stampa del Comune; la squadra Punto Informazioni, che in piazza Duomo, e da quest’anno anche alla stazione, sarà sempre disponibile per dare indicazioni; la squadra Pronto Intervento per risolvere problematicità dell’ultimo momento; le squadre operative che aiutano a gestire i vari spazi del festival; la squadra ufficio stampa; e la squadra di Twitter che aggiornerà il pubblico in tempo reale attraverso i social media sull’andamento degli incontri.

Sarà composta da circa 30 ragazzi, 15 dei quali “veterani” con quattro anni di esperienza alle spalle, coordinati da Elisa Lucchesi, blogger ufficiale del festival.

[ufficio stampa delos]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento