I NUMERI “IMPORTANTI” DELL’ESTATE TARGATA CGFS

Più di 1500 adesioni ai 9 campi estivi multisport proposti, con 400 bambini e ragazzi accolti in media ogni settimana da oltre 50 educatori.  800 iscrizioni ai corsi intensivi di nuoto. 

Centro estivo Cgfs 2022

PRATO. Quasi 1500 adesioni in poco più di 7 settimane. Circa 400 bambini e ragazzi ospitati ogni settimana (molti per più di una settimana) in uno dei 9 campi estivi o nelle due settimane outdoor di Cavarzano e della Doganaccia. E più di 800 iscritti ai corsi intensivi di nuoto. Ancora una volta sono numeri importanti quelli fatti registrare dall’estate targata Cgfs.

Le scorse settimane sono state caratterizzata dalla consueta offerta educativa e sportiva del Centro Giovanile di Formazione Sportiva, che si è svolta all’insegna di sport, inclusione e partecipazione. Circa 400 le adesioni settimanali in media tra bambini e ragazzi di varie età, che, a partire dal 13 giugno, hanno scelto di frequentare uno dei 7 camp multisport Cgfs presenti in città, o uno dei 2 camp sportivi di pallacanestro e hip-hop, o ancora, una delle settimane outdoor che si sono svolte a Cavarzano e alla Doganaccia.

Più di 50 gli educatori sportivi coinvolti, con un grande impegno rivolto all’inclusione dei bambini con disabilità e con bisogni specifici di apprendimento.

Molti gli sport proposti all’interno dei centri, alcuni anche innovativi: dalla pallavolo, a pallacanestro e hip-hop, passando per golf, frisbee, taekwondo, parkour, ginnastica ritmica, ginnastica artistica, pesca sportiva, trekking, yoga, tamburello e hockey subacqueo.

Centro estivo 2022 al Cgfs

Una costante dell’estate Cgfs sono state poi le attività in acqua dei vari camp, affiancate dai tradizionali corsi intensivi di nuoto in via Roma e in viale Galilei, che hanno registrato a loro volta circa 800 iscrizioni.

“Siamo davvero soddisfatti della fiducia che ancora una volta ci è stata accordata dai pratesi. Oltre a proporre un programma ricco e variegato, con ospiti legati al mondo dello sport, del volontariato e delle disabilità capaci di accrescere il bagaglio umano e culturale dei ragazzi tramite le loro esperienze, numerose sono state le sinergie con associazioni del territorio pratese e non, che hanno collaborato alla realizzazione dell’offerta educativa presentando le proprie attività nei nostri camp – commenta Daniela Pecchioli, responsabile del settore multisport e dei campi estivi del Cgfs —.

Per coinvolgere anche le famiglie, inoltre, abbiamo organizzato due feste, una serata con pernottamento dei ragazzi al centro estivo di San Paolo, grazie alle tende allestite dalla Croce Rossa, e anche due passeggiate culturali alla scoperta della città, organizzate lungo il Bisenzio, con momenti di riflessione sulla tutela patrimoniale, artistica e naturalistica del territorio, approfondimenti e letture che hanno permesso, per esempio, di scoprire il significato delle panchine colorate dislocate lungo la pista ciclabile di viale Galilei”.

E l’estate non è ancora finita. Due centri estivi del Cgfs, quelli organizzati in via Roma e alla piscina di Mezzana, infatti, proseguiranno per tutto il mese.

[montaleni/de biase — cgfs]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email