«I PROBLEMI DEI POLIZIOTTI, PURTROPPO, NESSUNO LI ASCOLTA!»

SAP

MONTECATINI TERME. Si è svolto, questa mattina a Montecatini Terme, in provincia di Pistoia, il Consiglio regionale Toscana del Sap, Sindacato Autonomo di Polizia, al quale erano presenti oltre ai membri, anche tutti i segretari provinciali della province, il Segretario Generale Gianni Tonelli, il Portavoce Nazionale Massimo Montebove, il Segretario della Capitale, Fabio Conestà oltre ovviamente al “padrone” di casa, Segretario Regionale Fabio Grassi.

Sono stati affrontati vari temi che riguardano la realtà e le problematiche dei poliziotti toscani, come la chiusura dei presidi, la grave carenza di personale e di mezzi, lo sblocco del tetto salariale e la riduzione delle forze di polizia.

L’argomento principe è stato comunque quello su cui si dibatte da giorni, e che riguarda la bozza proposta dal Dipartimento sul così detto protocollo operativo e sulle regole di ingaggio.

In Italia ci sono circa 300.000 persone che ogni giorno lavorano in condizioni di disagio materiale e morale; lavorano in silenzio, o meglio, continuano a lavorare in silenzio, nonostante i problemi, senza poter manifestare il loro malessere. Queste persone sono gli uomini e le donne delle forze dell’ordine che, fedeli al giuramento prestato, anche in questo momento, mettono a repentaglio la propria incolumità per proteggere i cittadini dai ladri, dai rapinatori, dai molestatori, dagli stalkers ecc. ecc.

Solo qualche giorno fa, afferma il segretario provinciale del Sap, sindacato autonomo di Polizia Andrea Carobbi Corso, avevamo evidenziato, dopo la diffusione della classifica del Sole 24 Ore relativa al tasso di criminalità, come la provincia di Pistoia non sia proprio un’isola felice; i reati, secondo varie fonti, in generale sono in aumento del 10 per cento rispetto all’anno precedente, rapine e furti crescono in particolare in Toscana al nord, un crimine su 3 denunciato di natura predatoria è attribuile a stranieri. E come ha deciso di fronteggiare il Dipartimento della pubblica Sicurezza questa che è ormai una vera e propria emergenza? Semplice. Per prima cosa, tagliando i fondi. Quelli che sulla carta sono solo numeri, nella realtà si trasformano in chiusure di uffici di Polizia, come il Posto Polfer o la sezione della Polizia Postale  pistoiesi con conseguenti danni gravi alla sicurezza della collettività.

Andrea Carobbi Corso
Andrea Carobbi Corso

Poi, anche mediante interventi legislativi a cui noi, precisa Carobbi Corso, ci siamo sempre opposti. Si pensi al cd. “svuotacarceri”, decreto grazie al quale effettivamente molti delinquenti hanno beneficiato di sconti sulla loro pena e, ora, sono nuovamente liberi di far ciò che gli riesce meglio..

Ma non è finita. Nei prossimi mesi lo stesso Dipartimento si appresta a emanare il regolamento sulle cd. “regole di ingaggio”, cioè le regole da seguire nel corso degli interventi di polizia. Ebbene, la bozza presentata in questi giorni è un altro schiaffo a chi rischia ogni giorno per il proprio dovere.

Gianni Tonelli segretario generale ha affermato: “Avevamo chiesto poche norme ma chiare, che dovevano avere forza di legge, capaci di garantire sia gli operatori di polizia sia i cittadini. Se il regolamento entrerà in vigore così com’è ci ritroveremo invece una congerie di norme che dicono tutto e il contrario di tutto, senza garantire nessuno”.

Paradossale è che in quella bozza è specificato come la ricerca del dialogo sia la strada maestra per interloquire con chi è in stato di alterazione psico/fisica e, soprattutto, si parli di “cercare di individuare le probabili motivazioni del disagio” di “manifestare interesse all’ascolto” e “mostrare comprensione verso il problema”. Paradossale perché i problemi dei poliziotti, purtroppo, nessuno li ascolta!

Come diceva San Benedetto “ora et labora”. Noi continuiamo lavorare e a difendere la collettività ogni giorno, ogni notte, con o senza benzina, con o senza macchine. Ma preghiamo anche, preghiamo che qualcuno ascolti e cerchi di risolvere i nostri problemi che, poi, sono anche dei cittadini.

Andrea Carobbi Corso, Sap Pistoia

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento