I SINDACI DELLA VALDINIEVOLE UNITI PER LA PACE E PER DIRE NO ALLA GUERRA E AD OGNI FORMA DI VIOLENZA

Stamani i sindaci della Valdinievole si sono ritrovati davanti al palazzo comunale di Montecatini. Il documento letto durante il sit-in

Tutti i sindaci della Valdinievole contro la guerra in Ucraina

MONTECATINI. La Conferenza dei Sindaci della Valdinievole, nella sua completa rappresentanza, organizzando questo sit-in, vogliono dare il loro contributo simbolico, con la speranza che, unito alle migliaia di manifestazioni in tutto il mondo, possa scuotere le coscienze di chi ha il potere di far cessare queste atrocità.
“Stiamo assistendo con grande angoscia e preoccupazione ad una guerra alle porte dell’Europa”.
Oggi possiamo solo esprimere vicinanza e solidarietà al popolo Ucraino e alle numerose comunità di cittadini di origine Ucraina che vivono, lavorano e risiedono da anni nei nostri paesi. Siamo molto preoccupati per il destino dei tantissimi profughi in fuga, donne e bambini in particolare, che cercheranno inevitabilmente un ricovero e un’accoglienza all’interno dei paesi Europei. Vogliamo però dire che noi siamo pronti a fare la nostra parte aiutando la comunità ucraina e i loro familiari che stanno scappando dall’orrore della guerra
Dalla nostra terra, dai nostri cittadini, può partire un’azione di mobilitazione forte che si ponga l’obbiettivo di imporre i principi del rispetto della dignità dei popoli, che eviti ogni tentazione belligerante e reperisca tra le diversità le ragioni della pace attraverso il dialogo ed il confronto. La guerra non sarà mai la soluzione, è indispensabile fermare la tragica spirale di violenza.
Dobbiamo dirlo chiaramente, con questo conflitto, purtroppo, non potremo evitare ripercussioni importanti sul nostro sistema economico, sociale e ambientale, se si considera che dopo la notizia dell’invasione il costo del gas è aumentato del 41%, il presidente Draghi ha preannunciato la riattivazione delle centrali a carbone, per non parlare poi di Borsa e Spred. Se questa guerra non cesserà rapidamente dovremmo tutti rinunciare realmente ad un pezzetto di benessere acquisito negli ultimi anni anche attraverso specifiche restrizioni.
Con queste riflessioni, che abbiamo voluto condividere con tutti i cittadini della Valdinievole, ribadiamo il nostro pieno sostegno all’azione del Governo italiano, dell’Unione Europea, della NATO e delle Nazioni Unite, ma a loro diciamo: fate presto!

[torrigiani]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email