IL 25 APRILE È FESTA MA SENZA I PARTIGIANI TROPPO INGOMBRANTI E NON ARRENDEVOLI!

Il partito della Rifondazione Comunista, federazione di Pistoia: “Noi non ci stiamo!”

25 aprile

PISTOIA. Il 25 aprile 2021 il Comune di Pistoia intende celebrare un mezzo anniversario, una deposizione di corone e via, tutti a casa. Macché fanfare, macché discorsi, ma quali commemorazioni e inviti ai partigiani e alle forze vive della società per rinnovare quel patto di civiltà sancito con la liberazione dell’Italia dal fascismo e dall’occupante nazista; roba ormai vecchia, sorpassata, che ci ricorda chi stava dalla parte giusta e chi no.

Al Sindaco Tomasi e alla sua Giunta il 25 aprile non piace neanche un pò. Nel 2020, il Sindaco Tomasi riuscì a parlare per mezz’ora non usando mai due parole: Resistenza e Partigiani.

Quest’anno, probabilmente, non farà neanche la fatica di un discorsino di circostanza e non vuole avere il fastidio di vedere partigiani e antifascisti intorno.

Il Comune di Pistoia ha organizzato una modesta cerimonia con invito esclusivo alle Forze Armate e al Prefetto. Basta così! Niente ANPI, niente F.V.L. – Federazione Volontari della Libertà, niente I.S.R.PT – Istituto Storico e della Resistenza – Pistoia, nessun cittadino, che poi gli viene in mente a qualcuno di far notare la completa assenza nei discorsi ufficiali delle pericolose parole come “democrazia”, “resistenza”, “partigiani”, “liberazione”.

Quattro chiacchiere con qualche signore in divisa e la democrazia dimezzata è servita! Noi non ci stiamo! Ribadiamo il valore fondante della Resistenza antifascista per questa Repubblica e la sua Costituzione ed esprimiamo tutta la nostra solidarietà all’ANPI e ai rappresentanti del movimento partigiano che liberò Pistoia prima dell’arrivo delle truppe anglo-americane.

Il 25 aprile, noi comunisti saremo in piazza contro ogni revisionismo, a festeggiare la Liberazione di Pistoia e dell’intero paese da una dittatura barbarica e a ribadire che questa Repubblica è nata dalla Resistenza antifascista.

Facciamo appello alle forze politiche e sociali democratiche per una mobilitazione che respinga squallidi e inaccettabili revisionismi. Viva il 25 aprile!

[bechini — prc pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email