IL 3 E 4 SETTEMBRE LEZIONI DI KICKBOXING ALLA “PASSERELLA“

Lezioni e dimostrazioni con la campionessa mondiale Emily Wahby. Oltre al punto ristoro ci sarà anche l’aperitivo con specialità thailandesi ed orientali dell’Aut Bar. Il ricavato della vendita delle Pigotte di Unicef sarà devoluto al progetto di istruzione delle bambine africane

La locandina

PRATO. Si terrà il 3 e 4 settembre ai Giardini della Passerella Kaimuay Passerella, l’iniziativa di kickboxing Muay Thai e divertimento con un vero ring montato nello spazio verde, dimostrazioni e lezioni per grandi e piccoli con la partecipazione della campionessa mondiale di questa disciplina Emily Wahby – e non capita certo tutti i giorni — angolo ristoro, apericena e anche solidarietà. L’evento è organizzato dall’associazione Kaimuay, Quelli di Piazza Ciardi e Le vie del Serraglio, Unicef e Left Lab con il patrocinio del Comune di Prato.

A presentare il programmasono stati l’assessore allo Sport Luca Vannucci, il presidente di Kaimuay Alessandro Bertoglio, Emily Wahby, Gianluca Mantovani di Quelli di Piazza Ciardi e Le vie del Serraglio, Laura Badiani di Unicef Prato, Edoardo Pagliai di Aut Bar che si occuperà degli aperitivi con ispirazione thailandese ed orientale e Edoardo Carli di Left Lab, circolo che attraverso la Casa del Popolo Orsetti gestisce il punto ristoro della Passerella con grande successo.

La conferenza stampa

“Le associazioni svolgono un lavoro importantissimo in uno spazio verde davvero bello e alle porte del centro storico, per troppo tempo luogo di ritrovo per presenze indesiderate— afferma l’assessore Vannucci — Con grande impegno sono riuscite a riappropriarsi dell’area restituendola alla fruizione pubblica e ad organizzare due giorni dedicati allo sport e al divertimento per tutte le famiglie, imparando le regole che disciplinano il Kaimuay, in primis il rispetto per l’avversario e il fairplay”.

A partire dalle 15 di giovedì 3 quindi si susseguiranno dimostrazioni di combattimento sul quadrato e prove per adulti e bambini, e venerdì 4 anche l’apericena organizzato da Aut Bar. Il tutto con uno scopo benefico: sarà presente lo stand di Unicef con delle Pigotte speciali realizzate dalle volontarie dell’associazione. Come ha spiegato la presidente Laura Badiani, il ricavato della vendita sarà devoluto al progetto per l’istruzione delle bambine nei Paesi africani, dove l’abbandono scolastico femminile arriva al 40%. Come simbolo della manifestazione una pigotta con i guantoni ispirata ad Emily Wahby è stata regalata stamani alla campionessa mondiale.

[cb – comune di prato] 

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email