IL CINEMA NASCOSTO A “PRESENTE ITALIANO”

Domani, 8 ottobre, alle 20 e alle 22, due proiezioni di Gian Vittorio Baldi e Silvano Agosti al Piccolo Teatro Bolognini
Fuoco!
Fuoco!

PISTOIA. Si aprirà domani, giovedì 8 ottobre, in occasione della quinta giornata di Presente italiano, la sezione del festival dedicata a un approfondimento sulla produzione nazionale dal titolo Passato-Presente: omaggio al cinema nascosto, curata dal critico cinematografico Roy Menarini. In programma titoli che hanno affrontato in maniera atipica le complessità del presente dal punto di vista sociale, politico e culturale.

L’omaggio sarà presentato da Menarini alle 20 al Piccolo Teatro Mauro Bolognini e partirà con Fuoco! di Gian Vittorio Baldi, instancabile sperimentatore cinematografico e produttore tra gli altri anche di Pier Paolo Pasolini. La pellicola, presentata alla Mostra del Cinema di Venezia nel 1968, dove ottenne un lusinghiero successo di critica senza però riuscire a entrare nel circuito della grande distribuzione, racconta la storia di un giovane disoccupato, appostato alla finestra di casa, durante una processione spara alla statua della Madonna.

Nel più alto dei cieli
Nel più alto dei cieli

Braccato dalla polizia, si consegnerà alla giustizia dopo aver ucciso la consorte, ma risparmiato la figlia piccola. Qual è il motivo del suo gesto? (proiezione in collaborazione con la Cineteca di Bologna).

A seguire, sempre al Teatro Bolognini, alle 22 sarà presentato Nel più alto dei cieli di Silvano Agosti, controversa produzione datata 1977. Un gruppo di persone che sono riuscite a ottenere udienza dal Papa rimangono chiuse nell’ascensore del Vaticano. Prima c’è fastidio, poi stupore, poi paura; i passeggeri iniziano ad agire in maniera sempre meno prevedibile, regredendo rapidamente allo stato ferino.

[pirozzi – presente italiano]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento