IL COMUNE RENDE OMAGGIO A FRANCESCO DATINI NEL 610° ANNIVERSARIO DELLA MORTE

Domani lunedì 17 agosto, la celebrazione alle 9:30 in piazza del Comune.Al termine sarà possibile visitare il Museo Casa Francesco Datini e i nuovi locali delle Cantine del Mercante

La statua di piazza del Comune

PRATO. Domani lunedì 17 agosto si commemora il 610° anniversario della morte di Francesco Datini, avvenuta il 16 agosto 1410 — il 17 si svolsero le esequie — simbolo della città e della sua capacità di guardare al futuro con intraprendenza.

Datini fu un commerciante di livello internazionale, il primo nella storia a istituire un sistema di aziende, una sorta di holding a cavallo tra 1300 e 1400, aprendo manifatture a Pisa, Prato, Genova, Barcellona, Valenza, Maiorca e Avignone.  Anche quest’anno, l’Amministrazione Comunale omaggerà con una corona di fiori la statua che Antonio Garella eresse nel 1896 in piazza del Comune,  che ritrae il mercante mentre porge il proprio testamento ai poveri, ai quali lasciò tutti i suoi beni per un valore di oltre 100 mila fiorini d’oro, una fortuna per l’epoca.

La deposizione si terrà alle 9.30 e  come consuetudine alle 10 seguirà la celebrazione della Messa presso la Chiesa di San Francesco, che ospita la tomba dell’illustre pratese. La Messa sarà officiata dal canonico Marco Pratesi. All’iniziativa parteciperanno il Gonfalone comunale, accompagnato dall’assessore Flora Leoni, il presidente della fondazione Casa Pia dei Ceppi Walter Bernardi e Elia Frosini della fondazione stessa.  

Al termine della celebrazione, sarà possibile visitare il Museo Casa Francesco Datini, realizzato nei locali del piano terra di Palazzo Datini: per l’occasione è prevista una visita guidata ai nuovi locali delle Cantine del Mercante, recentemente restaurate e dotate di un nuovo impianto di illuminazione.

[af — comune di prato]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email