«IL COMUNONE? UN’OPERAZIONE LOBBISTICA CARA AL PD»

Roberto Franchini
Roberto Franchini

PISTOIA-MONTAGNA. La nota del consigliere Baldi (vedi) denota a nostro avviso una caduta di stile che non ci saremmo aspettati.

Le posizioni espresse dal portavoce Provinciale Patrizio la Pietra, dal sottoscritto e dai consiglieri comunali, divergenti dall’azione del consigliere Donzelli, sono il segno tangibile di un partito in cui non vige il “pensiero unico” così caro al leader massimo del partito di Baldi.

Peraltro, pur avendo avuto numerose occasioni, ci siamo astenuti dall’intervenire su contrasti interni al Pd, diatribe di tutt’altra natura e ben più di bassa lega (vedi il caso Bartoli o Catalano).

Non è la nostra politica e il nostro modo di fare politica.

Nel merito saremo ben lieti di confrontarci con Baldi, ma l’enfasi con cui plaude al Comune Unico (anche se non ho ben capito se si riferisce a quello a quattro o a due) ci conferma e ci convince ancora di più sulla nostra posizione.

Il “Comunone” è una operazione lobbistica cara al Pd e pertanto non può essere da noi condivisa.

Se Baldi è interessato al bene della Montagna, si unisca a noi e si impegni a far mantenere i servizi in montagna, cominciando dall’ospedale di San Marcello contro una riforma sanitaria nemica dei territori, al mantenimento degli uffici postali e a creare e mantenere una viabilità degna di questo nome, creando così le basi per un rilancio delle attività produttive a partire dal comparto turistico.

Roberto Franchini
Responsabile Enti Locali Fdi.-An Pistoia

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento