«IL CONCETTO DI SPAZIO A PISTOIA, CAPITALE DELLA CULTURA»

Pistoia. Veduta di Piazza Duomo
Pistoia. Veduta di Piazza Duomo

PISTOIA. Pubblichiamo le riflessioni di un nostro lettore sulle indicazioni stradali in città…

Ero un po’ perplesso su Pistoia Capitale della Cultura. Ma ora mi sto ricredendo. Credo che quella scelta trovi una sua giustificazione nei fatti, nelle cose. Un fatto specifico mi ha aperto gli occhi e la mente.

Un fatto che pone la città, oggettivamente, all’avanguardia in una nuova concezione dello spazio e, dunque, implicitamente, del tempo. Infatti, a Pistoia, tali concetti vengono sconvolti dalla realtà dei fatti.

Rotonda davanti alla Coop di Pistoia, all’intersezione fra viale Adua e via Macalle. Fra gli altri cartelli indicatori c’è quello che segnala Lucca a 49 Km di distanza.

Stessa indicazione al semaforo successivo posto in direzione autostrada; anche qui viene segnalata Lucca a 49 Km.
Basta fare però altri 200 metri circa e alla successiva rotonda Lucca viene posta a 39 Km.

Ma proseguiamo sulla regionale 435 in direzione di Montecatini, sulla variante di Spazzavento. All’altezza dell’incrocio (pericolosissimo) per il lago di Gabbiano, Lucca ora viene segnalata a 30 Km.

Come si vede, a Pistoia siamo talmente avanti rispetto ad altre realtà che stiamo, appunto, sconvolgendo anche il concetto di spazio. Viva dunque Pistoia, Capitale della Cultura. Su con la vita!

Mario Capecchi

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento