«IL CONSENSO? SI MANTIENE SOLO CON LA TRASPARENZA E LA PARTECIPAZIONE»

Marco Niccolai
Marco Niccolai

PISTOIA. Pistoia Democratica replica al segretario provinciale del Pd Marco Niccolai:

Caro Segretario,
ti ringraziamo per la tempestiva risposta al nostro appello, condividendo il tuo giudizio sull’importanza politica e istituzionale delle prossime elezioni regionali. Siamo comunque persuasi che chi guida un partito che si dichiara “democratico” a partire dal nome debba seguire innanzitutto criteri di trasparenza e condivisione nella scelta dei candidati sia agli incarichi di partito che alle cariche istituzionali.

Pertanto, in qualità di Segretario Provinciale e membro della Direzione che prossimamente dovrà produrre il regolamento per la selezione dei candidati al Consiglio Regionale, nel rispetto di quel metodo di “ampia consultazione democratica” che l’Assemblea regionale del 10 gennaio 2015 ha prescritto in un apposito ordine del giorno, ti chiediamo:

1. di impegnarti affinché la designazione dei candidati e delle candidate del Pd che si sottoporranno al voto di preferenza nelle liste circoscrizionali toscane sia effettivamente la conclusione di un percorso di ampia consultazione democratica tra gli iscritti, a partire dai Circoli e dalle Unioni Territoriali, e non si riduca ad una mera ratifica di nominativi già scelti in altre sedi, comprensiva dell’ordine di lista, nel rispetto dell’alternanza di genere

2. di impegnarti, come massimo dirigente del partito provinciale, affinché la nostra lista circoscrizionale risulti fortemente unitaria e unificante di tutte le sensibilità presenti nel Pd pistoiese, che dovranno trovarvi rappresentanza

3. di impegnarti, nel corso di una campagna elettorale che comporterà necessariamente un confronto serrato fra i candidati, per procurarsi il voto di preferenza, ad assicurare a tutti i nostri candidati le medesime risorse del Pd e le stesse opportunità di competere con gli altri per farsi conoscere dagli elettori, che solo a queste condizioni potrebbero scegliere, consapevolmente e senza condizionamenti, il candidato e la candidata che meglio li rappresenteranno in Consiglio Regionale

Auspichiamo di non essere costretti a scegliere fra candidature sostanzialmente preconfezionate in base ad accordi riservati, con la scusante dell’opportunità di poter ricorrere, al momento delle elezioni, al meccanismo delle preferenze.

Ribadiamo la forte preoccupazione che, in assenza di un reale confronto tra i candidati, che metta in luce la personalità, le competenze e la sensibilità di ciascuno, in ordine a specifiche tematiche riguardanti il nostro territorio, e nella percezione che “i giochi siano già stati fatti”, si possa acuire il distacco dei cittadini dalla politica, con il conseguente aumento della disaffezione e dell’astensione dal voto. Esempi recenti, anche nella nostra regione, dimostrano infatti che l’elettorato non vota più per appartenenze consolidate e che occorre conquistarne il consenso giorno dopo giorno, attraverso percorsi di partecipazione e coinvolgimento nei processi decisionali.

Nota: pistoiademocratica@gmail.com è semplicemente un indirizzo di posta, scelto per l’invio di un appello collettivo ma a firma nominale, e non rappresenta alcun soggetto politico costituito.

Alcuni dei firmatari dell’appello al Segretario Niccolai, non hanno sottoscritto la presente replica.

Fraterni saluti,

Rosalba Bonacchi, Luciano Camilleri, Errigo Carbone, Floriano Cecchini, Giampiero Colò, Guido Del Fante, Renzo Fagioli, Riccardo Fagioli. Renzo Innocenti, Francesco Lauria, Luciano Mazzieri, Marcello Melani, Mauro Micheli, Nadia Monti, Paolo Poli, Franco Pessuti, Piergiorgio Pacini, Beatrice Papi, Monica Rosini, Lucia Salaris, Roberta Santini, Simona Selene Scatizzi, Guido Sinimberghi, Giusy Versace, Serena Visco

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento