il corretto informare. TVL DÀ NOTIZIA PER PRIMA DELLE DECISIONI DEL PREFETTO A FAVORE DI TIZIANO FABBRI DELL’UGL: MA PERDE QUALCHE PEZZO PER STRADA…

Perché l’emittente televisiva pistoiese ha dimenticato di ricordare che la decisione del Prefetto viene grazie al lavoro e all’impegno professionale della giovane e bravissima Sara Mazzoncini? La Tv Libera temeva forse di reclamizzare troppo lo studio che di recente ha silurato la Fondazione Maria Assunta in Cielo in una causa per un ospite preso abitualmente a mestolate da una inserviente?

 

Ugl all’attacco: «Una vittoria, questa, che sicuramente sottolinea l’importanza e il valore aggiunto della nostra presenza sul territorio, una presenza determinata ad affermare la correttezza, l’onestà e la trasparenza della nostra organizzazione pistoiese»

 

DISTRIBUIRE VOLANTINI NON È REATO:

LA RESISTENZA CE L’HA INSEGNATO!

 


 

L’Avv. Sara Mazzoncini dello Studio Bonaiuti-Mazzoncini

 

«L’UNIONE TERRITORIALE del Lavoro Ugl di Pistoia accoglie, con grande soddisfazione, la disposizione prefettizia emessa in data 6 novembre 2020. Il provvedimento di archiviazione relativo ai fatti contestati al nostro Segretario provinciale della Ugl Metalmeccanici, Tiziano Fabbri, sottolinea positivamente quanto la nostra azione sindacale sia stata, come ben sottolineato dalla prefettura, considerata essenziale all’epoca dei fatti per tutelare la salute dei lavoratori dello stabilimento industriale Hitachi Rail Italy di Pistoia».

Sono queste le parole del Segretario provinciale Ugl Antonio Vittoria in merito alla positiva risoluzione della vicenda relativa ai fatti avvenuti in data 13 marzo 2020.

In quella occasione il Fabbri, ben consapevole dell’emergenza sanitaria in atto e per questo ancor più attento all’utilizzo di adeguati dispositivi di protezione come anche al mantenimento del giusto distanziamento sociale, allo scopo di riuscire ad attrarre attenzione da parte dell’azienda sul tema della sicurezza e della salute dei dipendenti, aveva da poco preso parte ad un presidio con volantinaggio di fronte ai cancelli di Hitachi Rail a Pistoia quando veniva identificato dalle forze dell’ordine, sopraggiunte in loco a seguito di segnalazione. In data 18 maggio 2020, a fronte di un verbale della Prefettura di Pistoia, attestante la violazione dell’art. 650 codice penale – Inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità – (depenalizzato dal 25 marzo 2020) rispetto alle disposizioni contenute nel Dpcm del 9 marzo 2020 e con causale: “tenuto conto che lo spostamento dalla propria residenza/domicilio non era giustificato né da comprovate esigenze lavorative, né da esigenze di assoluta urgenza o necessità”, veniva raggiunto da una sanzione amministrativa pecuniaria.

L’Ugl di Pistoia, convinta che il proprio rappresentante abbia agito in piena ottemperanza di quelle che sono le prerogative sindacali che rivendicano il Diritto allo Sciopero, un Diritto che certamente non può essere soppresso né sospeso da alcuna decretazione emergenziale, ha conferito mandato ai propri legali, lo Studio Legale Bonaiuti-Mazzoncini nella persona dell’Avv. Sara Mazzoncini, chiedendo di rappresentare le proprie istanze giustificative di fronte all’autorità prefettizia che, successivamente, le ha accolte procedendo poi con l’archiviazione definitiva del provvedimento.

Gerlando Iorio, Prefetto di Pistoia

«Una vittoria, questa, che sicuramente sottolinea l’importanza e il valore aggiunto della nostra presenza sul territorio, una presenza determinata ad affermare la correttezza, l’onestà e la trasparenza della nostra organizzazione pistoiese. Lo stabilimento di Hitachi rappresenta un punto nevralgico della città e merita considerazione e attenzione, non solo sul piano dell’occupazione, ma anche dal punto di vista sanitario visto che offre lavoro a circa 1500 anime, 1500 famiglie.

«Noi siamo e saremo sempre attenti ai bisogni dei lavoratori come anche a quelli della collettività cittadina, perché crediamo molto in quella che per noi è una vera e propria missione sociale. I prossimi mesi sarò, saremo chiamati ad affrontare altre più complesse questioni legali, ma sono certo che troveranno giusta risoluzione perché da sempre confido nei valori e nell’operato della giustizia, che fanno parte del mio, del nostro Dna. Ringrazio l’avv. Mazzoncini per l’ottimo lavoro e, naturalmente, la Prefettura di Pistoia che ha saputo riconoscere il valore e la bontà delle nostre azioni» conclude Vittoria.

Segreteria provinciale
Unione Territoriale del Lavoro Ugl di Pistoia
Antonio Vittoria


 

SE LA CARTA DEVE CANTARE

PER NESSUNO È AMMESSO SCORDARE

 

La recente sentenza con cui sono stati condannati l’inserviente che picchiava e il rappresentante della Fondazione Maria Assunta in Cielo di Pistoia

 

 

LO SAPETE benissimo che noi di Linea Libera siamo cattivi. Anzi, pessimi. E che non chiniamo la testa nemmeno dinanzi al boia. Ci devono prendere, infagottare e reggere col collo sul ceppo, prima che ci mettiamo in ginocchio dinanzi al politically correct di Biden/Bidet. Preferiamo i sovranisti? No: preferiamo la libertà. E nelle file demokrats ce n’è quanta nell’ampolla di un neonato dopo una supposta di glicerina.

Tvl è una testata non di rado a singhiozzo. Una testata, spesso, nello stomaco. Nel nostro caso la critica che rivolgiamo ai colleghi, è quella di non essere stati abbastanza accurati nel riferire.

Si può ancora parlare liberamente o si deve finire nelle famose commissioni di disciplina politiche dell’Ordine dei Giornalisti di Firenze, pronto a rompere i coglioni a chi informa, e altrettanto a salvare il culo agli addetti stampa delle amministrazioni pubbliche rosse della Toscana (ma anche ad amici e collegàti)?

Tvl si è scordata di rammentare un nome: quello di un giovanissima avvocatessa, Sara Mazzoncini, che è nata (guarda caso) lo stesso giorno di un altro noto avvocato e padre della patria, Marco Tullio Cicerone: 3 gennaio 106 a.C. ad Arpino. E lei, Sara, non solo ne gode giustamente, ma ci ha costruito sopra la sua vita professionale. E sembra bene. Brava!

Quel nome allo staff di Tvl è proprio sfuggito. Ma per citare un tizio – il divo Giulio, dinanzi a cui si prostrava in adorazione l’ex Bardelli democristiano e pipione degli anni 70 – noi pensiamo male: ci sbaglieremo pure, ma potremmo anche picchiarci.

Che Luigi Egidio Bardelli, Cavaliere della Luce, e i suoi se ne siano dimenticati perché la giovanissima e bravissima Sara Mazzoncini appartiene (come sottolinea, in maniera ben chiara la nota, dell’Ugl) allo Studio Legale Bonaiuti-Mazzoncini?

Luigi Egidio Bardelli, l’uomo smascherato

E che c’entra – obietterà qualcuno. C’entra… c’entra, disse quello che spingeva a forza. Quello studio lì è lo stesso che, non molto tempo fa, ha fatto un bello sgambettone al patron del baccellajo, condannato insieme a una sua inserviente (per lei anche carcere, seppur sospeso) per maltrattamenti ripetuti a uno degli ospiti della sua struttura dall’altisonante nome della Vergine Assunta in Cielo. Leggete questa nostra notizia cliccando qui.

Ci aspettavamo di vedere che anche Tvl ne desse notizia, ma – onestamente – non ne abbiamo avuto traccia. La decisione del giudice è stata passata al TG60 o no? Perché non ce lo dite, colleghi di Tvl e direttore responsabile, che spesso è anche in pubblico e senza mascherina?

E a proposito… Non per essere fiscali: ma don Manone ha pagato o no le spese dovute allo Studio Bonaiuti-Mazzoncini e all’ospite della Vergine Assunta in Cielo preso di continuo a mestolate dall’inserviente?

Saluti ai pistoiesi e buon finesettimana a tutti (specie all’Ugl)!

Edoardo Bianchini
[direttore@linealibera.info]


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email