IL DIRITTO ALLA SALUTE RAPPRESENTA LE FONDAMENTA DELLA NOSTRA DEMOCRAZIA

Se poniamo in questione il sistema sanitario nazionale, universalistico e pubblico, poniamo in questione il nostro sistema democratico. Per questo uno dei principali cardini del nostro programma di governo è l’impegno per un sistema sanitario efficiente, che dia risposte celeri e di qualità ai bisogni dei cittadini
Bertinelli al San Jacopo

PISTOIA. Giovedì sono stato in visita all’ospedale San Jacopo: una realtà che conosco bene, sia da utente (lì è nata, tra l’altro, mia figlia), che da sindaco.

Durante la mattinata, ho incontrato pazienti e familiari e ho parlato a lungo con il personale medico, infermieristico, con gli operatori sanitari e dei servizi di supporto.

Ho incontrato persone di grande valore: uomini e donne che svolgono quotidianamente il loro lavoro – anche nelle difficoltà, che ci sono – con dedizione e impegno, con passione e spirito di servizio.

Per molti di loro, prendersi cura degli altri non è soltanto un lavoro, ma una vera e propria missione. Di questo voglio ringraziarli.

Occorre però più personale. È infatti assolutamente necessario e prioritario abbattere le liste di attesa con un importante investimento per l’assunzione di figure professionali – prevalentemente infermieri ed anestesisti – che permettano il pieno funzionamento del percorso chirurgico e del blocco operatorio.

È necessario inoltre continuare ad investire, con ancora maggiore determinazione, sui servizi territoriali, per garantire ai cittadini un’assistenza adeguata alle loro esigenze, senza dover ricorrere sempre, ed a volte impropriamente, all’ospedale come unica soluzione praticabile. In questi anni con la Società della Salute ci siamo mossi in questa direzione, incrementando in qualità e quantità i servizi per l’assistenza domiciliare, per i malati cronici e oncologici, per gli anziani e le persone con disabilità. Fino all’anno scorso Pistoia non aveva neppure un posto letto per le cure intermedie. Oggi ne abbiamo 14, al Villone Puccini, e presto ne aggiungeremo altri 20.

Durante la visita, abbiamo visitato il pronto soccorso, gli ambulatori e diversi reparti. Tra questi, quello di radioterapia, dove è in fase di attivazione il secondo acceleratore lineare per l’attività radioterapica: è necessario stringere i tempi e garantirne rapidamente il funzionamento, per rispondere in maniera celere alle necessità dei pazienti che si trovano ad affrontare percorsi di cura complessi come quelli oncologici.

Al San Jacopo abbiamo alcune eccellenze di rilievo internazionale, come la tecnica della crioablazione con risonanza magnetica, ovvero la distruzione tramite congelamento della lesione tumorale, per la cura delle malattie oncologiche. Una dotazione strumentale straordinaria: unica in Italia e presente in Europa sono da noi e a Strasburgo.

Dobbiamo puntare sulle nostre eccellenze, investire in tecnologie e, soprattutto, in personale perché è l’unico modo con il quale il servizio sanitario pubblico possa essere, come deve, davvero efficiente, tempestivo di qualità.

Si scrive Salute, si legge Democrazia.

[bertinelli – comunicato]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento