il funaro. “COMPLEANNI D’AUTORE”, IL PRIMO DELLA STAGIONE 2017

Domani, venerdì 13 gennaio alle 21, si festeggia Friedrich Dürrenmatt che il 5 gennaio “ha compiuto” 96 anni. L’incontro, a ingresso libero e introdotto da Massimiliano Barbini, fa parte del progetto “La biblioteca, l’isola, le sue voci”. Sabato 14 gennaio in programma il laboratorio per bambini e genitori “A quattro mani”
Enrique Vargas
Enrique Vargas

PISTOIA. Domani, venerdì 13 gennaio, alle 21, al Funaro di Pistoia è in programma il primo dei “Compleanni d’Autore”, dedicato a Friedrich Dürrenmatt, per festeggiare i 96 anni che avrebbe compiuto il 5 gennaio scorso.

L’incontro a ingresso libero ha titolo “Visita a un vecchio signore”, riferimento a “La visita della vecchia signora” (Der Besuch der alten Dame), dramma dello scrittore, drammaturgo e pittore svizzero del 1956 e fra le sue opere più conosciute.

È incentrata sui temi della vendetta, della colpa individuale e collettiva, dell’onnipotenza del denaro e della corruzione morale comune si svolge nell’immaginaria cittadina di Güllen (“letamaio” in svizzero-tedesco) che fu centro culturale di primo piano, poi decaduta in una situazione di abbandono e di crisi socio-economica.

I “Compleanni d’autore” – che si concludono con il pubblico che soffia le candeline di una vera torta – sono a cura di Massimiliano Barbini e si inseriscono nel programma de “La biblioteca, l’isola, le sue voci”.

Il progetto è volto a promuovere lettura, letteratura e la biblioteca del Funaro, parte della Rete documentaria della Provincia di Pistoia, fra le più fornite, in Toscana, di testi di teatro contemporaneo e sede del prezioso Archivio Andres Neumann.

Altri appuntamenti previsti sono quelli del 3 febbraio col compleanno di Bertolt Brecht, del 22 marzo, in onore di Tennesse Williams, del 19 aprile per i 453 anni della nascita di William Shakespeare. Compongono il cartellone del progetto “Leggiamo poi si vedrà” – letture e proiezioni accompagnate da un aperitivo, ogni terzo venerdì del mese – e “Raccontamerende” dedicato ai più piccoli: letture, animazioni e merenda in Caffetteria ogni terzo giovedì del mese. Quattro incontri a maggio (date in via di definizione) col regista Massimiliano Civica, dal titolo “L’inchiostro invisibile” e incentrati sulla drammaturgia dei testi classici arricchiscono la proposta di quest’anno della voce di uno degli artisti più interessanti nel panorama teatrale contemporaneo.

Sabato 14 gennaio, alle 17, il Funaro presenta “A quattro mani”, il laboratorio di creazione manuale per bambini (dai 4 agli 8 anni) insieme a un adulto (genitori sì ma anche nonni, zii, fratelli maggiori, baby sitter,…), a cura di Eleonora Spezi, artista e scenografa (anche per i Fratelli Forman di Praga). “Fiabe a colori” è il titolo di questo ciclo che traccia un percorso che parte dal racconto per finire con la creazione di un oggetto e che
prevede i successivi incontri il 4 febbraio, 4 marzo, 1° aprile, 4 novembre, 2 dicembre. Ingresso € 15 (adulto e bambino), ridotto tesserati il Funaro € 12.

I libri al Funaro
I libri al Funaro

Quest’anno la proposta si affaccia sperimenta attraverso i colori: a ciascuna tonalità verrà abbinata una fiaba letta all’inizio del laboratorio. I più piccoli verranno introdotti alla tecnica di preparazione del colore, partendo da elementi reperibili in natura come verdure, piante, spezie… Grazie all’aiuto degli adulti sarà possibile estrarre un colore naturale che sarà poi utilizzato per illustrare la fiaba. La particolarità della proposta sta nel creare uno spazio di “dialogo creativo” fra adulti e bambini, per sviluppare, insieme, un nuovo approccio alla manualità e alla fantasia. Prenotazione fortemente consigliata: telefono 0573 977225.

Sono aperte le iscrizioni al primo dei quattro laboratori professionali programmati dal Funaro per il 2017. Si parte dal 22 al 26 febbraio con il maestro Enrique Vargas e il Teatro de los Sentidos e un laboratorio dal titolo “Il giardino delle delizie”, sulla drammaturgia legata al suo tema fondante: il labirinto.

Il Teatro de los Sentidos, guidato dal regista e antropologo colombiano Enrique Vargas, è un gruppo di ricerca che pone al suo centro la formazione permanente come fonte vitale di rinnovamento e di approfondimento su un linguaggio e una poetica, quella dei sensi, le cui fondamenta  appartengono a tutti.

Il Funaro è la sede italiana della Scuola dei Sensi della prestigiosa compagnia multiculturale Teatro de los Sentidos di Barcellona da più di 10 anni. Negli ultimi anni la compagnia è stata impegnata a esplorare le possibili applicazioni della pratica sensoriale anche in altri ambiti professionali diversi dal teatro per ampliare la visione della ricerca.

Con questa proposta si intende perciò dare spazio, non solo ad attori e professionisti della scena, ma a tutte quelle persone che sentono la necessità di scoprire nuovi punti di vista riguardo le tematiche relative al sentire, sia a livello personale che a livello professionale La pratica, nel tempo si è rivelata utile, ad esempio a terapisti, psicologi, insegnanti, architetti, operatori sociali.

Seguiranno il 31 marzo, il laboratorio “Alla scoperta del proprio clown”, dedicato a (Dis)&abili a cura di Giovanni Carli e Romina Breschi, dal 22 al 25 giugno il laboratorio di teatro danza di Cristiana Morganti, l’8 luglio il laboratorio sul Bunraku (l’arte delle marionette giapponesi) di Mark Down che sarà al Funaro in residenza artistica per la creazione del nuovo spettacolo.

Mark Down è, con Nick Barnes, il fondatore di Blind Summit Theatre, una straordinaria e innovativa compagnia inglese di teatro di figura, di fama internazionale di cui si ricorda la partecipazione a Cuore di cane e Il Maestro e Margherita di Simon Mc Burney dei Complicite e la direzione, nel 2012, di un cast di 50 burattinai impegnati a dar vita a pupazzi giganti, nella Cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici di Londra, curata da Danny Boyle. Per informazioni e prezzi contattare info@ilfunaro.org e 0573 977225.

Il Funaro, nel 2017, anche per Pistoia Capitale italiana della Cultura, premia chi decide di “regalare Cultura”: acquistando una Card Funaro per uno o più spettacoli (fra Leo, Un amore esemplare, Terre Noir, Blak Eternallife Show, progetto Urge, A Fury Tale, Il Filo d’Arianna, Aladino) si avrà diritto ad uno o più ingressi ridotti. Biglietto per lo spettacolo e biglietto a prezzo ridotto non sono nominali.

In alternativa si può acquistare una Cartolina Funaro, per una delle tante attività del Centro: un corso annuale, il Cinetandem, un laboratorio A quattro mani, un Leggiamo poi si vedrà, solo per fare qualche esempio.

Abbonamento a sei spettacoli (Leo, Un amore esemplare, Terre Noir, Blak Eternallife Show, progetto Urge, A Fury Tale)

  • € 90;
  • per utenza Centro Guide Turismo, FAI, Fondazione Pistoiese Promusica, Institut Français Firenze, Teatro Manzoni di Pistoia € 85
  • per tesserati Funaro € 80

Info prezzi del Funaro

Riduzioni sui prezzi per tesserati Funaro

Riduzioni sui prezzi per soci Centro Guide Turismo, FAI, Fondazione Pistoiese Promusica Institut Français Firenze, Teatro Manzoni di Pistoia

il Funaro Centro Culturale

Via del Funaro 16/18 – 51100 Pistoia – Italia

tel/fax  +39 0573 977225 – tel  +39 0573 976853 – mail info@ilfunaro.org

www.ilfunaro.org

[sirianni – il funaro]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento