IL GOVERNO CERTIFICA CHE AD OGGI A PISTOIA MANCANO 80 POLIZIOTTI

In risposta all’interrogazione sostenuta dal SAP
Andrea Carobbi Corso

PISTOIA. “ La situazione dell’ordine della sicurezza pubblica nella provincia di Pistoia non presenta situazioni di particolari gravità, anche se tali tipologie di reato , in particolare quelli predatori, quali furti e rapine, incidono sulla percezione della sicurezza presso la popolazione residente”; così inizia il testo della risposta , che alleghiamo interamente insieme al video relativo allo svolgimento dell’interrogazione del 22 novembre scorso (la parte di interesse va dal minuti 26.17 al 34.14) http://webtv.camera.it/evento/12246.

Nella stessa viene indicato che la previsione di forza della Polizia nella provincia di Pistoia, dovrebbe essere pari a 390 unità; risulta inoltre che , rispetto al 2012 , oggi, sono disponibili circa 25 operatori in meno, numero che comprende le 7 unità di rinforzo inviate nel 2016 citate nella risposta stessa .
Se a tutto ciò si aggiunge che la provincia di Pistoia è balzata al 22 posto nazionale della classifica della mappa dei reati pubblicata recentemente , a parere del SAP sarebbe il caso di intervenire al più presto , sia per i cittadini , ma anche per i poliziotti che , in carenza, sono sobbarcati da innumerevoli incombenze , ed, è il caso di ricordarlo , sono in attesa, da ben 2885 giorni , del rinnovo del contratto di lavoro

Attendiamo quindi che dalle parole con cui viene terminato l’intervento si passi a fatti concreti : “la segnalata esigenza di incremento degli organici degli Uffici della Polizia di stato operanti nella provincia di Pistoia è ben nota e di essa si potrà tener conto in occasione delle future immissioni in ruolo” .

Andrea Carobbi Corso Segretario Provinciale SAP Pistoia

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento