«IL PAZIENTE CON MENINGITE FU SUBITO VISITATO DAI MEDICI DEL PRONTO SOCCORSO»

Il dottor Andrea Cai
Il dottor Andrea Cai

PISTOIA. “Il giovane paziente che si è recato nella tarda serata di domenica al pronto soccorso dell’ospedale San Jacopo di Pistoia non ha dovuto attendere quattro ore prima di essere visitato”.

A dichiararlo è il direttore dell’unità operativa medicina di urgenza il dottor Andrea Cai il quale precisa che quanto riportato da alcuni organi di informazione è assolutamente falso. “Il giovane – spiega il medico –, arrivato in pronto soccorso accusando dolore addominale, vomito e febbre, è stato subito accolto e valutato dal personale infermieristico. Erano le ore 14:23 ed in pochi minuti è stato visitato dal medico del pronto soccorso il quale ha completato l’iniziale iter diagnostico (esami di laboratorio, elettrocardiogramma, rx torace, ecografia all’addome e colloquio con lo specialista pediatra effettuato da parte del medico di guardia) in poco meno di due ore”.

“Le quattro ore di attesa, così come sono state riportate da alcuni quotidiani – commenta Cai – fanno pensare ad uno stato di abbandono e senza che nessun sanitario si sia preoccupato delle condizioni cliniche del paziente che, invece, vista la giovane età e la delicatezza del caso clinico ha prontamente ricevuto, sia da parte dell’équipe medico infermieristica del pronto soccorso e poi da quella del reparto di pediatria tutte le cure e le attenzioni necessarie”.

[scritto da daniela ponticelli, martedì 8 aprile 2014 – ore 18:22]

redazione@linealibera.info

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento