IL PD: «NESSUNO TOCCHI LA CORMIO»

Il partito fa quadrato sul Sindaco di San Marcello e indice un’assemblea pubblica (7 marzo) per spiegare i due anni della sua Giunta
Silvia Maria Cormio Sindaco di San Marcello Pistoiese
Silvia Maria Cormio Sindaco di San Marcello Pistoiese

SAN MARCELLO. L’Unione Comunale del Pd risponde alla accuse del Consigliere di minoranza Ferrari (vedi):

Il Partito Democratico di San Marcello conferma il pieno sostegno al Sindaco Silvia Maria Cormio ed alla sua Giunta.

Sosteniamo l’attuale maggioranza perché le difficoltà e le complessità della situazione socioeconomica in cui versa la Montagna (in un quadro generale di crisi perdurante ormai da sei anni) richiedono un impegno forte e convinto di chi ha avuto la possibilità e la responsabilità di governo dai cittadini.

Il PD non arretra di fronte ai problemi ed anche alle difficoltà del momento, consapevole di un clima di protesta e di disagio (in molti casi spontaneo ma sapientemente cavalcato), e cercherà di dare risposte adeguate : a partire dalla battaglia immediata per riportare il servizio di cucina dell’Ospedale in montagna con la costituzione di un’unica mensa per le diverse strutture del nostro territorio; e dal rilancio dell’iniziativa per chiedere all’ASL il promesso potenziamento dei servizi sul territorio, soprattutto per quanto riguarda il 118, il Pronto Soccorso, gli ambulatori territoriali.

Il PD rinnova la fiducia alla maggioranza attuale anche perché è rispettoso del voto dei cittadini che hanno scelto che fosse il Partito Democratico a guidare l’Amministrazione locale.

È una strana proposta quella che il consigliere di “Bene Comune” Davide Ferrati rivolge al PD : farsi da parte perché con il 33% dei voti non si governa contro il 67% che è all’opposizione.

Ferrari omette di dire che nelle competizioni comunali vince chi arriva primo (è la logica del sistema maggioritario che purtroppo manca a livello nazionale con i problemi di ingovernabilità che sono di fronte a tutti).

Inoltre, se quel 67% non si è messo insieme prima delle elezioni vuol dire che c’erano ragioni programmatiche e politiche e probabilmente visioni diverse su come affrontare i problemi del nostro territorio.

E la stessa proposta di Ferrari (che chiede al PD di ricostruire un centro-sinistra) dimostra chiaramente che quelle diversità tra le attuali forze di opposizione non solo c’erano, ma ci sono ancora.

Il PD rinnova la fiducia e conferma pieno al Sindaco esprimendo la propria solidarietà per gli attacchi politici e personali perpetrati in assenza del minimo scrupolo e prive di ogni senso di coerenza.

Resta invece aperta la disponibilità del PD ti riaprire un confronto programmatico e politico con le forze del centro-sinistra per aprire un terreno comune di valutazione e di possibile prospettiva, a partire dai temi concreti, che possa portare attraverso un serio percorso di ricostruzione dei rapporti ad un rinnovato centrosinistra anche a San Marcello. Siamo anche noi convinti di un allargamento delle basi di consenso, non con presunte facili scorciatoie, ma con una dialettica seria, convinta e leale.

Al tempo stesso il Partito Democratico aprirà un’iniziativa di confronto e di verifica pubblica sul lavoro svolto fino ad oggi per misurare l’efficacia dell’iniziativa comunale in stretto rapporto con i cittadini, che sarà convocato per venerdì 7 marzo alle 21:00 presso la Sala Baccarini di San Marcello.

Il Segretario dell’Unione Comunale
Sabrina Innocenti

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento