“IL PIÙ GRANDE SUCCESSO DELL’EURO”, LA GRECIA

fuori dall'euro 5 stelle
Non aver paura ad uscire: dobbiamo tremare se restiamo

MONSUMMANO. “Il più grande successo dell’euro”: così Mario Monti nel 2011 definiva la Grecia, all’epoca già colpita da una grave crisi economica e sottoposta a programmi di austerità che non davano segni di efficacia.

Questo è il titolo e quindi l’argomento centrale del prossimo incontro organizzato dal Movimento 5 Stelle in Valdinievole, che si terrà questo sabato (7 febbraio) alle ore 16:00 a Monsummano Terme, presso la Sala Conferenze Comunale accanto al teatro Yves Montand in via Cesare Battisti (angolo via dell’Unità).

L’evento inizierà con la proiezione di un documentario (per la regia di Matteo Nigro e Francesca Giannotti) dove gli stessi greci raccontano di una nazione relativamente prospera che retrocede a paese in via di sviluppo.

Con il sistema sanitario nazionale ora precluso a un terzo della popolazione e una distruzione di ricchezza mai vista in tempo di pace, la sicurezza di un pasto diventa il primo obiettivo per una gran parte della popolazione.

L’avvento dell’euro rese improvvisamente la Grecia il paradiso dei prestiti, mentre oggi la realtà parla di pignoramenti impietosi. Non c’è il tempo di rendersi conto delle difficoltà inattese, che la rete del welfare già sparisce. Si organizzano mense di strada e il numero dei senzatetto aumenta.

“Non può accadere per caso” – commentano medici e pazienti – che uno stato europeo lasci i suoi malati senza farmaci salvavita. Conseguenza assurdamente emblematica di un’austerità imposta per salvare la Grecia, che invece scatta come una trappola, letteralmente, mortale. Attivisti e politici di opposizione faticano a delineare il quadro complessivo e quindi un’efficace exit-strategy dalla recessione.  A seguire sarà dato spazio alle domande del pubblico con il relatore Giampiero Magrini.

Intanto, continua la raccolta firme per approvare una legge costituzionale “ad hoc” e indire il referendum consultivo per uscire dall’euro.  La legge costituzionale per indire il referendum sarà presentata agli italiani sotto forma di legge di iniziativa popolare. Per poterla depositare in Parlamento è necessario raccogliere almeno 50.000 firme in sei mesi.

Una volta depositata, presumibilmente a maggio 2015, i portavoce del M5S alla Camera e al Senato si faranno carico di presentarla in Parlamento per la discussione in Aula. Approvata la legge costituzionale ad hoc che indice il referendum, considerando i tempi di passaggio tra le due Camere, a dicembre 2015 gli italiani potranno andare alle urne ed esprimere la loro volontà sull’uscita dall’euro con il referendum consultivo.

Per tutte le informazioni è possibile rivolgersi all’indirizzo info@valdinievole5stelle.it oppure direttamente sulla pagina Facebook Valdinievole 5 Stelle.

[comunicato]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento