IL PREFETTO VOLPE VA A ROMA, DA BELLUNO ARRIVA LA DOTTORESSA COGODE

Il cambio al vertice della prefettura deciso dal Consiglio dei Ministri su proposta del ministro dell’Interno Lamorgese 

Il prefetto Gogode

PRATO. [a.b.] Su proposta del Ministro dell’interno Luciana Lamorgese, il Consiglio dei ministri nella seduta del 23 dicembre scorso ha deliberato un nuovo avvicendamento alla guida della prefettura di Prato.

La dottoressa Luciana Volpe ad appena 8 mesi dal suo insediamento è stata destinata a svolgere le funzioni di direttore centrale per i servizi demografici presso il Dipartimento per gli affari interni e territoriali mentre a Prato arriverà dalla prefettura di Belluno la dottoressa Adriana Nicolina Rosaria Cogode.

Il nuovo prefetto di Prato è il decimo dall’istituzione della prefettura a Prato ed è la sesta donna consecutiva a ricoprire l’incarico.

Nata a Genova nel 1958, era stata nominata prefetto di Belluno a novembre dello scorso anno, proveniente da Bologna dove era viceprefetto vicario. È entrata nella carriera prefettizia nel 1986. Ha lavorato a Sondrio, Messina, dove è diventata viceprefetto, poi a Reggio e infine a Bologna.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email