IL ROTARY CLUB PRATO DONA UNO SCOOTER ALLA POLIZIA MUNICIPALE

A consegnare le chiavi del mezzo al comandate della municipale, Gioni Biagioni, era presente Alberto Baldi, presidente del Rotary. Per l’assessore De Masi il nuovo scooter è un’opportunità per potenziare i controlli in borghese a favore della sicurezza stradale
Lo scooter donato dal Rotary Club di Prato

MONTEMURLO. Si arricchisce il parco mezzi della polizia municipale di Montemurlo, che recentemente ha ricevuto un’importante donazione dal Rotary Club Prato: uno scooter 200.

Nei giorni scorsi, al comando della polizia municipale in via Toscanini, si è svolta la consegna ufficiale del mezzo alla presenza del presidente del Rotary Club Prato, Alberto Baldi, dell’assessore alla polizia municipale, Rossella De Masi, del comandante della municipale, Gioni Biagioni e dell’ispettore, Stefano Melani.

Lo scooter è stato acquistato dal Rotary Club Prato, grazie al sostegno di alcune aziende del territorio (Rifinizione Nuove Fibre, Industriale Impianti srl, La Fonte spa lavanderia industriale, Edil Sida snc) e sarà utilizzato per i servizi di protezione civile e della polizia municipale, in particolare in quelli in cui è richiesta una certa discrezionalità. Il nuovo scooter infatti è privo di scritte di riconoscimento.

«Ringrazio di cuore il Rotary Club e il suo presidente, Alberto Baldi, per l’importante donazione. — ha sottolineato l’assessore alla polizia municipale, Rossella De Masi — Non posso che esprimere soddisfazione per l’attenzione dimostrata da questa importante associazione verso il tema della sicurezza stradale.

Lo scooter, infatti, tra gli altri servizi, sarà utilizzato per i controlli in borghese, in cui serve una certa discrezionalità per raggiungere l’obbiettivo. Penso, ad esempio, alla repressione della pericolosa abitudine della guida con il telefonino. Ben vengano allora iniziative di sensibilizzazione come quella promossa dal Rotary, perché soprattutto tra gli adulti la sicurezza alla guida è un tema, ahimè, sottovalutato».

Il comandante Pm Montemurlo Gioni Biagioni

A questo proposito alcune settimane fa il Rotary Club Prato ha promosso tra i propri iscritti una serata di approfondimento.

« Siamo stati molto felici di ospitare l’intervento del comandante Biagioni e dell’ispettore Stefano Grossi, che ci hanno fatto conoscere l’impegno del Comune di Montemurlo attraverso la campagna di sensibilizzazione sui pericoli della guida con il telefonino Può aspettare… guarda avanti. — spiega il presidente del Rotary Prato, Alberto Baldi — Quindi, la donazione di questo scooter vuol essere il nostro contributo all’importante lavoro svolto ogni giorno dalla polizia municipale a favore della sicurezza di tutti gli utenti della strada».

Infine, anche il comandante della municipale, Gioni Biagioni, ha voluto esprimere la propria soddisfazione per la nuova acquisizione:« Lo scooter è uno strumento importante per l’attività silente della polizia municipale — ha detto — In questo modo possiamo intervenire in quegli ambiti in cui l’evidenza della divisa rende difficili gli accertamenti.

A questo proposito vorrei ricordare l’operazione che ha portato alla scoperta di un catering abusivo cinese, reso possibile solo grazie ad appostamenti in borghese con veicoli privi di scritte».

[masi — comune di montemurlo]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento