IL SAN JACOPO SECONDO FEDERIGHI

Giorgio Federighi
Giorgio Federighi

PISTOIA. Giorgio Federighi scrive:

Caro Redattore,
in questi giorni, per la prima volta dalla sua inaugurazione avvenuta proprio un anno fa, ho avuto occasione di entrare all’interno dell’Ospedale San Jacopo, per una situazione per fortuna subito risoltasi.

Mi rendo conto di essere controcorrente rispetto a quanto spesso ascolto e leggo in merito al funzionamento del nuovo nosocomio ma, con tutta obiettività, ritengo di poter affermare di aver trovato un ambiente accogliente, disponibile e professionalmente competente, nemmeno lontanamente paragonabile al glorioso ma ormai vecchio e sorpassato Ospedale del Ceppo.

Forse “fa più rumore un albero che cade piuttosto che una foresta che cresce”.

Giorgio Federighi

Caro Federighi, fa piacere sentire una voce fuori del coro: almeno non si potrà dire che nessuno (al di là dell’ufficio stampa) non abbia tessuto le lodi dell’ormai cosiddetto «gommone».

Una noce in un sacco non fa rumore...
Una noce in un sacco non fa rumore…

Ci stupisce operò il fatto che Lei, che è uomo di mondo così navigato per le sue infinite esperienze di vita, non abbia capito qual è stata la causa che La ha lasciata così soddisfatto. La soluzione se l’è data da sé: per miracolo Lei aveva solo bisogno di un cerotto o poco più («una situazione per fortuna subito risoltasi»).

Pensi, invece, se avesse dovuto fare una risonanza e La avessero rimandata al 15 gennaio 2015. O se avesse portato un bimbo al pronto soccorso e, dopo, fosse stato costretto a correre al Meyer, come noi abbiamo scritto, con l’angoscia di padre. O se – come Eva Giuliani di Pescia – fosse stato costretto a passarne di tutti i colori grazie alla Sanità dell’Asl 3 e di Enrico Rossi.

Bella la sua citazione finale, però. Ma ce n’è un’altra più bellina che mai: “Una noce in un sacco non fa rumore”.

Cordiali saluti.

l.f.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “IL SAN JACOPO SECONDO FEDERIGHI

  1. Gentile Federighi, Lei “è entrato all’interno dell’Ospedale San Jacopo, per una situazione per fortuna subito risoltasi”. E’ passato dal pronto soccorso, è andato diretto in quel “budello” dove sono gli ambulatori o è passato nei “setting”? Sembra una domanda sciocca ma non lo è.
    Può essere più preciso? Grazie.

Lascia un commento