IL SINDACO CI FA GLI AUGURI

Parla il Sindaco
Parla il Sindaco

PISTOIA. Non importa spiegare troppo né aggiungere particolari al quadro che il sindaco Bertinelli, anche quest’anno, ha tracciato sempre sulla falsariga delle sue precedenti orazioni.

La situazione in Italia come a Pistoia è assolutamente peggiorata: quindi inutile dire di più.

Bertinelli, assiepato dalla folla degli addetti ai lavori, ma lasciato solo dai suoi concittadini (nessun giovane o quasi, nessuno studente o quasi, nessun lavoratore o quasi…), si è arrampicato sugli specchi per far vedere – un po’ alla Candide – che questa è una città italiana, sì, la migliore possibile, dove si riesce a fare contratti (a 6 mesi!) perfino a nove laureati: un vero successo dopo le brillanti soluzioni di rimessa in carreggiata del Paese da parte del Bomba!

Sala Maggiore gremita di folla
Sala Maggiore gremita di folla

Filosoficamente parlando, i pistoiesi possono dormire sonni tranquilli. Anche per quest’anno, tutto può andar bene, madama la marchesa!

Domani, tutti i bambini bene allineati del Pd, che trovano sedute per sé in consiglio e che erano presenti in sala, non faranno altro che dire che siamo dei disfattisti, dei cinici e quant’altro.

Ma che importa? Rispondiamo, realisticamente, con l’epigrafe che il poeta Cardarelli mise in limine a una sua raccolta di sue poesie: Siamo cinici che credono nel mestiere che fanno.

Auguri a tutti i pistoiesi che, nel 2015, pagheranno ancor più tasse e avranno ancor meno servizi e meno qualificati (a cominciare dall’acqua del signor Vannoni)…

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “IL SINDACO CI FA GLI AUGURI

Lascia un commento