«IL VIAGGIO IN TOSCANA» DI ENRICO ROSSI APPRODA A PISTOIA

Da Johann Wolfgang Goethe (Viaggio in Italia) a Enrico Rossi con il suo “Viaggio in Toscana”
Da Johann Wolfgang Goethe (Viaggio in Italia) a Enrico Rossi con il suo “Viaggio in Toscana”

FIRENZE Il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, presenta mercoledì 3 settembre alle 17.00 in sala Maggiore di Palazzo Comunale a Pistoia il suo libro “Viaggio in Toscana”. L’iniziativa è impostata nella forma di una conversazione tra il presidente e il sindaco Samuele Bertinelli.

Il libro è un percorso in 26 tappe e 204 incontri fuori dal Palazzo, con 12mila chilometri percorsi in otto mesi a bordo di una Fiat Punto a metano. Quell’esperienza, così intensa e coinvolgente è diventata un libro, il primo scritto da Enrico Rossi dopo quasi 15 anni di impegno amministrativo in Regione, da assessore alla sanità per dieci anni, da presidente per quasi cinque. Si compone di 166 pagine, costa 15 euro ed è edito da Donzelli. È diviso in due parti: un’introduzione storico politica sul riformismo toscano e una cronaca di viaggio in 37 capitoli, più un’appendice, con le informazioni sulle singole tappe.

A Pistoia sono dedicati tre capitoli. I primi due, scritti dopo la tappa nella piana sono dedicati l’uno alla difesa dal rischio idrogeologico (Sul ponte dell’Ombrone pistoiese. Argini e ripari contro il rischio), l’altro alla ripresa dell’export (L’export vola in Toscana. Da Quarrata al mondo, piace anche il mobile imbottito).

“Non c’è bisogno – scrive Rossi a proposito degli interventi per la regimazione delle acque  –  di opere pubbliche gigantesche (qualche cassa di espansione in più però serve, e infatti si stanno facendo), ma di investimenti costanti, di ripristini che sappiano richiudere le ferite in maniera intelligente e sicura insieme a una manutenzione diffusa. In Toscana ci stiamo provando, non ci siamo arresi, e stiamo andando avanti da soli anche senza il governo. Stiamo investendo, abbiamo riformato i consorzi di bonifica e nelle aree a rischio non si potrà murare nemmeno un mattone”. Ricorda poi che la Toscana “ha totalizzato nel 2013 un valore dell’export (+16,6%) ben superiore al dato modesto del nostro paese (+2,6%)”.

E così mentre tutto o quasi tutto “nella zona del mobile imbottito, ha un pesante segno meno resistono le imprese che hanno saputo andare a caccia di questi mercati, assecondando il gusto dei nuovi ricchi, e tiene chi tenta strade d’innovazione, magari affidandosi all’incubatore «Abitare l’arte», che i fondi regionali hanno permesso di realizzare a Villa Magia. Un esempio concreto di questa dimensione competitiva viene dalla Florence Collections di Quarrata”.

Di questi e di tutti gli altri argomenti Rossi avrà modo di riparlare nel corso della presentazione-colloquio con il sindaco Bertinelli, magari aggiungendovi altre questioni più tipicamente “pistoiesi” a partire dal futuro di AnsaldoBreda, dalla presenza del nuovo ospedale S. Jacopo e dal finanziamento del recupero dell’area del vecchio Ceppo, senza dimenticare il previsto raddoppio della linea Pistoia-Lucca da accompagnare con il completamento della stazione ferroviaria del capoluogo legandola alla trasformazione della zona sud e al ribaltamento dell’accesso. L’altro capitolo, del libro intitolato “La Svizzera pesciatina, il Padule e le acque di Montecatini” è dedicato invece alla tappa effettuata in Valdinevole.

[toscana notizie]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento