IMU E TASI. LA POSIZIONE DI UN GRUPPO DI CONSIGLIERI

Nell’èra informatica un catasto che va ancora a pedali…
Nell’èra informatica, un catasto che va ancora a pedali…

PISTOIA. Ecco una nota a firma dei consiglieri Breschi, Colombo, Ciriello, Del Maestro e Gonfiantini sulle decisioni del Consiglio comunale relative al pagamento di Imu e Tasi:

Le polemiche degli ultimi giorni sulle decisioni del Consiglio comunale relative al pagamento di Imu e Tasi, in particolare, ci inducono a chiarire la nostra posizione.

In un panorama di rilevazioni catastali a dir poco sconcertante (siamo indietro di circa 30 anni nell’aggiornamento!), laddove non c’è certezza alcuna sulla veridicità degli accatastamenti delle abitazioni, è ovvia la perplessità che ci ha accompagnato fino agli ultimi momenti della nostra decisione.

Abbiamo apprezzato, però, durante il percorso delle commissioni, la volontà e l’impegno della giunta e del sindaco nell’approfondimento della materia; abbiamo poi voluto dare fiducia a quella che è stata presentata come la valenza politica di questa manovra, cioè far pagare di più a chi ha di più.

Ciò che ci ha poi convinto in questa decisione sofferta è stato il deterrente dell’emendamento firmato dal sindaco alla proposta di delibera sul bilancio di previsione, che garantisce successivamente al pagamento della prima rata, una verifica degli effetti complessivi della manovra alla luce dei dati certi che scaturiranno dai controlli sugli immobili adibiti ad abitazioni principali, con particolare riferimento alle categorie A4 e A5.

Pertanto noi ci faremo garanti di tale verifica che rivisiterà la manovra in tempi brevi e sicuramente sulla base di criteri più certi e adeguati che potranno anche apportare variazioni e rettifiche.

Carla Breschi
Chiara Colombo
Alterio Ciriello
Loreno Del Maestro
Nicola Gonfiantini

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento