IN CARCERE L’ALBANESE CHE AVEVA AGGREDITO IL PRESIDE MARRUCHI. BOLLETTINO CARABINIERI 29 SETTEMBRE

Giovanni Marruchi, dirigente dell’istituto Einaudi
Giovanni Marruchi, dirigente dell’istituto Einaudi

PISTOIA. Un pregiudicato di origine albanese, M.A. 24enne, colpito da un provvedimento restrittivo in carcere, è stato rintracciato ed arrestato dai militari della Stazione di Bottegone.

Il giovane, già sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di dimora per minaccia ed ingiuria a pubblico ufficiale, e destinatario della sorveglianza speciale con obbligo della permanenza nell’abitazione nell’arco notturno, è stato colpito da un ordinanza del Gip presso il Tribunale di Pistoia, che gli ha applicato la misura cautelare in carcere per violazioni delle prescrizioni impostegli.

Il giovane, noto per essere stato l’autore insieme a un connazionale dell’aggressione al dirigente scolastico dell’Istituto Einaudi di Pistoia, avvenuto nell’ottobre dello scorso anno, si era reso irreperibile dopo i fatti ed era stato rintracciato ed arrestato nel febbraio di quest’anno.

Dopo un periodo di detenzione era stato sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di dimora e, in considerazione della sua indole aggressiva, sottoposto anche a sorveglianza speciale.

Qualche giorno fa, i militari della stazione di Bottegone avevano costatato la sua irreperibilità quando avrebbe invece dovuto farsi trovare in casa al controllo e conseguentemente il Gip ne ha disposto l’arresto e il trasferimento al carcere di Prato.

Cellulari in internet? Truffe in arrivo...

PISTOIA. Denunciati in stato di libertà per ricettazione due pistoiesi, un 57enne con alcuni pregiudizi di polizia a suo carico ed una 40enne incensurata.

I due hanno utilizzato in tempi diversi, uno smartphone il cui legittimo proprietario, un operaio 32enne, ne aveva denunciato il furto l’agosto scorso, avvenuto all’interno di un circolo sulla provinciale Lucchese.

Il telefono, è stato restituito all’avente diritto.

eroinaMONTECATINI TERME. Provoca un sinistro stradale e viene denunciato per detenzione di stupefacenti ai fini dello spaccio.

Il fatto è accaduto nella serata di ieri, ed ha avuto come protagonista un 38enne residente nel veneziano, che stava percorrendo in auto via del Gallo. All’altezza della rotonda prossima al presidio dei Vv.Ff., infatti, l’uomo ha perso il controllo dell’auto e dopo avere attraversato la rotonda, fortunatamente senza coinvolgere altri mezzi, è andato a schiantarsi contro un palo della illuminazione pubblica.

Immediatamente soccorso da un’ambulanza del 118 , poiché le sue condizioni apparivano in un primo momento piuttosto serie, è stato trasportato all’ospedale di Pescia ove i sanitari gli hanno riscontrato solo varie contusioni guaribili in pochi giorni, dimettendolo dopo un breve periodo di osservazione.

Contestualmente ai primi soccorsi praticatigli sul luogo dell’incidente, un equipaggio della Radiomobile intervenuto per i rilievi dell’incidente, e in considerazione dei precedenti specifici dell’interessato, ispezionava l’abitacolo dell’auto trovando occultate sotto la tappezzeria quattro dosi confezionate di eroina ed una siringa, verosimilmente utilizzata dallo stesso pregiudicato prima di mettersi alla guida, e circa duecento euro ritenuti provento dello spaccio.

L’uomo, che fra l’altro ha nel recente passato vari trascorsi per guida sotto l’influenza di stupefacenti, è stato denunciato anche per detenzione di stupefacenti ai fini dello spaccio.

[l/a – carabinieri]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento