IN CONSIGLIO LE INTERPELLANZE DI TOMASI E BETTI

Alessandro Tomasi
Alessandro Tomasi

PISTOIA. Nel consiglio comunale di lunedì 30 marzo Alessandro Tomasi del gruppo Pistoia Domani ha presentato l’interpellanza sul tema “ annullamento della selezione pubblica per il conferimento di un incarico di collaborazione per il percorso partecipativo Costruiamo insieme la casa della città e per la gestione del laboratori di progettazione partecipata con i giovani e dell’open space technology”.

Nello specifico, tra le varie questioni, sono stati richiesti al Comune maggiori dettagli su tempi e prassi adottate nel costituire le commissioni giudicatrici dei concorsi, sui tempi di apertura dei due bandi oggetto dell’interpellanza, sui requisiti richiesti ai candidati e sui criteri di valutazione dei curricula presentati.

A tali richieste ha dato risposta il sindaco Samuele Bertinelli, precisando innanzitutto che la nomina della commissione dopo la scadenza del termine per la presentazione delle domande costituisce l’applicazione di quanto richiamato nel decreto legislativo n.163 del 2006.

Sui tempi di pubblicazione dei due bandi è stato poi chiarito che la connessione con i finanziamenti regionali e l’importo degli incarichi hanno indotto gli uffici a ritenere congrua una durata di diciotto giorni (dal 24 novembre all’11 dicembre) per il primo bando e di ventidue giorni (dal 5 al 27 dicembre) per il secondo.

I requisiti, ha evidenziato poi il sindaco, erano già definiti nel punto nel bando in cui si precisava l’oggetto delle prestazioni richieste per espletare i due incarichi, mentre criteri di valutazione sono stati demandanti alla discrezione delle commissioni giudicatrici ancor prima che venissero esaminati i curricula.

Al termine della risposta, il consigliere Tomasi ha sottolineato che sul procedimento andava posta maggiore attenzione perché, a suo parere, sono stati commessi “errori grossolani”  nella composizione della prima commissione giudicatrice nominata e poi sostituita. Sulla pubblicazione dei bandi, il consigliere ha chiesto tempi più lunghi e maggiori indicazioni sui requisiti richiesti ai partecipanti.

Il Consigliere Andrea Betti
Il Consigliere Andrea Betti

In chiusura è stata presentata da Andrea Betti l’interpellanza relativa all’installazione dell’impianto per telefonia mobile “Pt Candeglia”. Il consigliere di Progetto Toscana ha chiesto informazioni sulla distanza del ripetitore dall’abitato e dalla scuola elementare di Candeglia, sui vincoli paesaggistici dell’area e sul proposito dell’ente di mappare e regolamentare i ripetitori presenti nel Comune.

L’assessore Mario Tuci ha evidenziato che l’abitato di Candeglia dista dal ripetitore circa 200 metri, come anche la scuola Rodari, e che il campo elettrico indotto, valutato sulla base di parametri ben definiti (altezza e distanza della stazione radiobase e orientamento delle antenne), è inferiore al valore limite fissato dalle norme. “Le procedure autorizzative previste per l’installazione – ha proseguito l’assessore – forniscono le dovute garanzie circa la regolarità degli impianti sotto il profilo ambientale”.

Infine è stato reso noto che è intenzione dell’Amministrazione effettuare, appena possibile, la ricognizione di dettaglio degli impianti autorizzati sul territorio comunale.

[balloni – comune di pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento