IN DIFESA DELLA “SETTIMANA TEOLOGICA”

La Settimana Teologica 2013
La Settimana Teologica 2013

PISTOIA. Alcune docenti di Religione del superiore, a proposito della sospensione della “Settimana Teologica”, scrivono:

Come già avevamo fatto in un’accorata lettera al Collegio dei Consultori consegnata a don Paolo Palazzi, durante un incontro con gli insegnanti di Religione, tenutosi in Seminario il 24 giugno, vorremmo riproporre la nostra riflessione e il nostro dissenso rispetto alla grave decisione di sospendere la Settimana Teologica per il 2014, così come espresso da un comunicato firmato dall’amministratore diocesano e pubblicato il 12 luglio u.s.

Ribadiamo che questa sospensione ci sembra una decisione gravissima.

La Settimana Teologica ha costituito per anni un’importante e arricchente occasione di riflessione teologica e pastorale per tutta la Diocesi e per l’intera città di Pistoia, per credenti e non credenti, per religiosi e laici: la proposta di temi sempre attuali e centrali per l’intelligentia fidei ha rappresentato un servizio fondamentale alla Verità, al fine di rispondere alle domande dell’uomo contemporaneo.

Tale prestigiosa iniziativa che ha visto partecipare come relatori un numero significativo di illustri studiosi, costituisce da decenni un autorevole tentativo di dialogo tra teologia e altre discipline nonché un alto momento di confronto, l’unico ricorrente e ormai istituzionale, tra credenti e laici della città.

Ci sembra, inoltre, e ne prendiamo atto con profondo dolore, che questa decisione metta ai margini l’importante lavoro portato avanti per decenni da Mons. Frosini, che ha messo a servizio della Chiesa e della Diocesi la sua preparazione e la sua esperienza di autorevole riconosciuto teologo, con la ricerca, lo studio, la riflessione teologica.

Con i suoi innumerevoli testi e con l’ideazione di tanti eventi legati alla fede e alla cultura, egli ha conferito alla nostra Diocesi indiscusso lustro.

Dispiaciute che si decida di chiudere questa stagione ricca di fermenti culturali e pastorali, esprimiamo la viva speranza che il Collegio dei Consultori ritorni sulla decisione presa e riapra la possibilità di organizzare, anche per quest’anno, tale imperdibile appuntamento. Che non si deprivino i laici, i credenti, i non credenti, di una rara occasione di arricchimento culturale e spirituale nonché di accrescimento nella conoscenza teologica.

Sarebbe una grave perdita per la Diocesi e per tutta la città . Si farà crollare quel ponte dialogico tra teologia, pastorale e cultura laica che il teologo Mons. Frosini, insieme a tanti altri, aveva contribuito a costruire, in questi anni, con passione e fatica, nell’orizzonte del Magistero della Chiesa e della lezione del Concilio Vaticano II (cfr. Gaudium et Spes).

Romilda Saetta, Beatrice Iacopini, Marta Buscioni
Docenti di Religione nella Scuola Secondaria di II Grado

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento