in god we trust. PERCHÉ DOVREI AVERE FIDUCIA NELLO STATO?

«Negli ultimi quarant’anni ha detto di tutto e di più. Ha fatto patti con i cittadini e li ha disonorati unilateralmente uno dopo l’altro (pensioni, tasse, sicurezza, lavoro, sanità, dignità) passando su autostrade di cadaveri asfaltati…»
Il nuovo governo mattarell sarà così…?

Nel 2023, 23
Le mie braccia non serviranno più
E nessuno più lavorerà
Più veloce il tempo passerà
Oh, oh, oh
[Caterina Caselli]


 

MARTE. Boschi: «Governo Pd-M5S fino al 2023. Ma non sarò ministro». Questo circola su il Giornale. Ma anche altro in questa Italia svenduta a Germania e Francia: e il tutto grazie a una intellighenzia Pd che lascia senza fiato.

Pd e 5 StAlle (con non due, ma 3 o 4 forni aperti – anche se mezzo spenti) stanno ormai per dare vita a una unione civile in piena regola, una «famiglia omosessuale» perfetta che in un mondo ideale vedrà porti aperti e marijuana libera come nel famoso cartello del Toscana Pride di qualche tempo fa.

Sandro Gozi preferisce Macron

Il Pd, inoltre, anche con una forte opzione macronista, se si pensa a un Gozi che si candida con il marito della nonna di Tutankhamon.

Non ho mai visto tanto squallore umano e morale da quando Di Pietro spedì Craxi in Tunisia e D’Alema ce lo lasciò morire (anche se oggi Bobo lecca il Posteriore Dorato per un piatto di insalatissime delRio Mare).

A forza di fare il bene del popolo, i post-comunisti ex-Dc ci hanno portato, come diceva la Lucia manzoniana, «fino a questo segno». Segno dei tempi: con i grilloidi/grulloidi che volevano l’impeachment di Mattarella, mentre oggi gli baciano la pantofola che puzza di salsa Napolitano, altro geniale maestro del trasformismo a cavallo di due millenni.

Come faccio a fidarmi di uno stato così? Negli ultimi quarant’anni ha detto di tutto e di più. Ha fatto patti con i cittadini e li ha disonorati unilateralmente uno dopo l’altro (pensioni, tasse, sicurezza, lavoro, sanità, dignità) passando su autostrade di cadaveri asfaltati.

Si è servito (questa volta la sinistra democratica dei benestanti di Capalbio) di una magistratura che ha fatto ciò che le è stato chiesto dando piena ragione al presidente Cossiga; ha eletto un Mattarella (altoparlante di Napolitano) che ha dato di incostituzionale  alla legge elettorale, ma si è poi fatto investire proprio dagli incostituzionali che sedevano in parlamento i quali, con il loro “culo al Super Attack”, imbrattano i seggi come fossero tavolette da wc.

Pillole di saggezza

Anche questo gobbino bianco e ricurvo, testa incassata fra le spalle a mo’ di condor, non è certo migliore di chi lo ha preceduto se, ignorando tutto e tutti, continua a imporre al popolo (che non conta un cazzo) governi Pd: perché – Cossiga ha ragione – chi possiede la magistratura governa anche senza voti e ora ne abbiamo una prova.

Tutti colpevoli, da Di Pietro in giù. Colpevoli di avere sepolto viva la democrazia. Tutti degni di impeachment che non arriverà mai: perché – come scrissi al momento del caso-Palamara – tutto sarebbe tornato come prima dopo la semplice tirata di sciacquone di Mattarella con la sua retorica da “agnello di dio che toglie i peccati dal mondo”.

Per i 5 StAlle non ci sono parole. Per Conte, men che mai. I primi, incapaci in toto, hanno sempre tradito e sempre continueranno a tradire (i loro elettori, Salvini e il Pd, subito dopo aver tradito, naturalmente, se stessi); l’altro, devoto di San Pio da Pietralcina, credente come Mario Monti, non avrebbe mai fatto carriera universitaria se non fosse stato capace, come Catilina in Sallustio, di simulare e dissimulare.

Certo i 5 StAlle (e 3 o 4 forni) sono naturalmente portati per le unioni civili e/o le esperienze more uxorio anomale. Solo che, con Salvini, in famiglia c’era almeno un padre (visto che la Lega ce lo aveva duro, a detta di Bossi).

Salsa Napolitana. Ce ne impongono un altro di governi attaccati con lo sputo?

Oggi, invece, i gialli convolano, come ho detto, a una unione omo e – dopo l’esperienza con la Lega – fanno vedere, con estrema chiarezza, di essere di essere dei veri bisex, pronti a destra e a sinistra o, alla toscana, “da potta e da culo”. Perciò spiegatemi perché dovrei  credere nella grazia di dio benevola nei confronti di questo immondo pateracchio che, per legge mosaica, dovrebbe prevedere la morte dei due amanti innaturali.

Le mosse di questi giorni mi fanno venire in mente solo la storiella del gran puttaniere che contrae la sifilide e gira mille medici che gli dicono che deve tagliarsi lo strumento del suo mestiere, e in ultimo si rivolge disperato perfino a uno sciamano.

«Mi hanno detto tutti che devo tagliarmelo!» esclama. «Nessuno ha capito nulla», gli risponde il praticone, facendo tirare un respiro di sollievo allo spazzino compulsivo. E poi: «Non devi fare assolutamente nulla. Sta’ calmo: cadrà da sé!».

Come la “mucca a sei zampe” del governo mattarell 5 StAlle-Pd+4, come si scrive spesso nella lingua tribunalizia.

Del resto, non si parla perfino di mettere una magistratA costituzionale (Marta Cartabia) come presidente del con[s]iglio, secondo la profezia di Cossiga?

Edoardo Bianchini
[direttore@linealibera.info]
Diritto di [asperrima] critica
[Ma il male che fate alla gente non vi resta mai sullo stomaco, signori struzzi di Roma?]


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email