IN MEMORIA DI QUATTRO STUDENTI ANTIFASCISTI

Il Liceo Forteguerri
Il Liceo Forteguerri

PISTOIA. Una targa a memoria degli studenti del Liceo Niccolò Forteguerri di Pistoia, Silvano Fedi, Fabio Fondi, Carlo Giovannelli e Giovanni La Loggia, che si opposero al regime fascista pagandone un caro prezzo: per la loro attività, infatti, furono condannati a un anno di carcere dal tribunale speciale. Tutti loro parteciparono attivamente alla Resistenza; Silvano Fedi cadde in combattimento il 29 luglio del 1944.

L’iniziativa, promossa dall’Istituto Storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea di Pistoia, che già da qualche tempo ne aveva annunciato l’intenzione, è stata condivisa dalla Provincia, dal Comune di Pistoia attraverso il Cudir – Comitato unitario per la difesa delle istituzioni repubblicane del comune di Pistoia – e l’Anpi provinciale.

Mercoledì 8 ottobre alle 12, all’ingresso del Liceo N. Forteguerri, si terrà la cerimonia pubblica di commemorazione, durante la quale verrà scoperta la targa. Sono previsti brevi interventi di Roberto Barontini, presidente dell’Istituto storico della Resistenza, e Aldo Batoli, segretario provinciale dell’Anpi. Saranno presenti l’assessore all’istruzione della Provincia, Paolo Magnanensi, il vicesindaco del Comune di Pistoia, Daniela Belliti, il fratello di Silvano Fedi e i familiari degli studenti vittime della dittatura liberticida fascista.

[ripaoni – provincia pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “IN MEMORIA DI QUATTRO STUDENTI ANTIFASCISTI

  1. In quella circostanza la doverosa memoria per tutti i caduti senza distinzione di collocamento potrebbe essere occasione, da parte del fratello di Silvano Fedi di raccontarci come morì suo fratello e sopratutto non da chi fu ucciso ma chi lo tradì. Uguale domanda rivolgeremmo volentieri al dott. Barontini, su Manrico Ducceschi. Chi lo suicidò? Per cortesia, lasciare stare Licio Gelli perchè non fa più brand.

Lascia un commento