IN TRECENTO ALLA LEZIONE DIBATTITO SUL DOPING

Aiutati dal dottor Antonino Costantino grazie alla iniziativa della Unione Veterani sportivi gli studenti hanno riflettuto su come riuscire a riconoscere, evitare e vincere le attività legate allo sport e riconoscibili come dopanti.
Aula Magna gemita

PISTOIA. Tantissima affluenza ieri mattina nell’aula magna del Liceo scientifico di Pistoia dove si sono riuniti gli studenti di sei scuole superiori della provincia per parlare di doping.

Malgrado le pessime condizioni meteo, che hanno creato qualche disagio alle classi provenienti da Montecatini, ben trecento giovani hanno preso parte alla lezione-dibattito tenuta dal dottor Antonino Costantino, medico dello sport.

L’evento, organizzato dal Consiglio Direttivo dell’Unione nazionale Veterani dello Sport, che da anni diffonde sul territorio i valori di uno sport sano e corretto, intendeva focalizzare l’attenzione su come riuscire a riconoscere, evitare e vincere le attività legate allo sport e riconoscibili come dopanti.

Introdotto da Francesca Bardelli, vicepresidente nazionale di Unvs il dottor Costantino ha parlato ai ragazzi di tipologie di farmaci, medicinali apparentemente necessari per patologie reali assunti però in dosi eccessive, atleti che hanno visto la loro carriera, ma anche la loro vita, rovinata da pratiche illecite, necessità di competere e vincere mettendo alla prova se stessi e non cercando facili scorciatoie.

La consegna della targa al preside del liceo scientifico

Con l’ausilio del Presidente della sezione di Pistoia Gianfranco Zinanni e del Delegato provinciale del Coni Vittoriana Gariboldi sono stati coinvolti i giovani in due ore di confronto durante le quali c’è stato spazio per le loro domande e per una riflessione a voce alta sulle reali conseguenze di comportamenti non solo antisportivi, ma anche illeciti nei quali chiunque di loro, quasi tutti sportivi, possono incappare, più o meno inconsapevolmente, nel corso della loro vita.

Al termine dell’incontro, l’Unione Veterani sportivi pistoiesi ha fatto dono al Preside del Liceo “A. di Savoia” di una targa in ricordo dell’evento e come testimonianza di riconoscimento per la disponibilità dell’Istituto a dare spazio alla trattazione di temi importanti per i giovani atleti.

[liceo amedeo di savoia pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento