INAUGURATO IL NUOVO CENTRO DI SALUTE MENTALE DI PISTOIA

Primo riferimento per i cittadini con disagio psichico è ora nell’area del “Ceppo”. Mezzo milione di euro l’investimento per la struttura

L’equipe

PISTOIA. Il Centro di Salute Mentale della zona distretto di Pistoia cambia sede. La nuova struttura è stata inaugurata stamattina dal presidente Eugenio Giani, in occasione della Giornata Mondiale della Salute Mentale, per testimoniare l’attenzione che la regione Toscana rivolge alle persone con sofferenza psichica.

Insieme a lui c’erano il Sindaco di Pistoia Alessandro Tomasi, la presidente della Sds di Pistoia Anna Maria Celesti e il direttore generale dell’Azienda Usl Toscana centro Paolo Morello Marchese.

Per l’Azienda Sanitaria hanno inoltre partecipato i direttori sanitario, amministrativo e dei servizi sociali, rispettivamente Emanuele Gori, Lorenzo Pescini e Rosella Boldrini e il direttore dello staff della direzione generale Valerio Mari, oltre alla dottoressa Lucilla Di Renzo, direttore della rete ospedaliera AUSL TC e alla dottoressa Monica Chiti, dirigente gestione infermieristica struttura operativa Pistoia.

Erano presenti numerose autorità istituzionali locali, i rappresentanti delle Associazioni di Volontariato, delle Forze dell’Ordine e l’amministratore unico di Far.Com.

Nella Asl Toscana centro –ha sottolineato il presidente Giani — è rivolta una grande attenzione alla salute mentale: poche settimane fa è stato inaugurato il nuovo servizio psichiatrico di diagnosi e cura all’ospedale Santa Maria Nuova, a Firenze, e oggi il nuovo Centro di Salute Mentale a Pistoia. Iniziative che l’Azienda Sanitaria ha sviluppato con impegno considerato anche il momento contingente che stiamo attraversando con la pandemia, la guerra e la crisi economica, aspetti, questi che si riflettono nel bisogno delle persone di servizi di sostegno anche psicologico.

Giani con il sindaco di Pistoia

Qui a Pistoia è stato fatto un lavoro egregio, anche dal punto di vista di riqualificazione dell’immobile e gli operatori che vi lavorano sono di prim’ordine. È pertanto un punto di eccellenza della nostra regione”.

Il nuovo Centro di Salute Mentale – CSM (fino ad ora si trovava nella palazzina del dipartimento di prevenzione in viale G. Matteotti) è stato collocato nel Villino Sassi, accanto alle sedi del SERD, della salute mentale dell’infanzia e adolescenza, della dialisi e del vecchio Ospedale del Ceppo (dove all’interno vi sono le Cure Intermedie, l’Hub Odontoiatrico, il Laboratorio e centro Ausili, lo sportello amministrativo, il punto prelievi, il centro donatori sangue), prossima sede della Casa e dell’Ospedale di Comunità. Il CSM, oltre ad essere facilmente accessibile e raggiungibile dai residenti, lo è anche per coloro che abitano nei comuni limitrofi.

Il Sindaco Tomasi ha dichiarato: “il nuovo polo sanitario che abbiamo voluto sorgesse nell’area dell’ex Ceppo si arricchisce di un nuovo servizio per i cittadini. La salute mentale richiede spazi nuovi e confortevoli in cui operi personale specializzato in grado di rispondere al meglio alle esigenze delle persone che vi si rivolgono. Si tratta di un passo in avanti per il mantenimento e il rafforzamento dei presidi sanitari territoriali”.

“L’apertura del nuovo Centro di salute mentale, nell’area ex Ceppo, conferma l’importanza e la centralità di questa condizione di disagio per tutta la comunità pistoiese. La presa in carico di cittadini affetti da questi disturbi e il rafforzamento dei servizi rivolti alla loro cura e assistenza sono una nostra assoluta priorità. Oggi si celebra la Giornata Mondiale della Salute Mentale e poter inaugurare nella nostra città questo nuovo servizio rappresenta un significativo passo in avanti nella consapevolezza e nella tutela della propria condizione mentale”, ha aggiunto Celesti.

Il Centro di Salute Mentale rappresenta il primo riferimento per i cittadini con disagio psichico.

“La nuova sede del CSM di Pistoia può essere considerata un esempio del notevole interesse che la Regione rivolge alla Salute Mentale, ed è la migliore risposta che potevamo dare ai pazienti, ai loro familiari e anche agli operatori sanitari offrendo ambienti ideali e spazi confortevoli e dedicati che sono integrati al contesto urbano e sociale. Si tratta inoltre di un ulteriore tassello nella composizione del mosaico dei servizi sanitari nell’area del Ceppo” — ha commentato il direttore generale Morello.

Il taglio del nastro

Il dottor Riccardo Dalle Luche, direttore della unità funzionale Salute Mentale Adulti di Pistoia, ha spiegato che il CSM è una struttura multiprofessionale e multidisciplinare, rivolta ad assicurare prestazioni di cura farmacologica e psicoterapica dei disturbi mentali in un’ottica integrata biopsicosociale che prevede, per i pazienti più gravi, in accordo alle linee guida internazionali della psichiatria di comunità, un lavoro di rete ai fini riabilitativi e di garanzia di inclusione sociale. È inoltre la sede di eventi di formazione, prevenzione e promozione della salute.

La struttura afferisce all’Area Salute Mentale Adulti diretta dal dottor Giuseppe Cardamone a sua volta integrata nel Dipartimento Salute Mentale di cui è direttore il dottor Marco Armellini che era presente all’Inaugurazione.

“Gli interventi — ha aggiunto il direttore della Zona distretto pistoiese, Daniele Mannelli —hanno trasformato il Villino Sassi nel luogo ideale per accogliere e curare i pazienti; la prima porta di accesso per chi ha bisogno di aiuto e per coloro che necessitano di percorsi di cura e inclusione sociale.

Ha inoltre particolare significato il fatto che sia stato recuperato l’edificio che per molti anni, quando erano attive le funzioni ospedaliere in quest’area, ha ospitato il centro di salute mentale ed il servizio di degenza”.

I trasferimenti, l’organizzazione dei servizi in un’ottica di rafforzamento del territorio e la specifica ubicazione del CSM nell’area del “Ceppo”, e quindi all’occorrenza in continuità con altri servizi e attività socio-sanitarie, sono stati seguiti oltre che dal dottor Mannelli anche dalla dottoressa Silvia Mantero in qualità di coordinatore sanitario della Sds di Pistoia

Era presente anche Paolo Morello Marchese

L’edificio è stato sottoposto al recupero e alla ristrutturazione dei locali interni e dell’esterno. I lavori, coordinati dall’area tecnica pistoiese (diretta dall’ingegnere Ermes Tesi) hanno interessato tutto l’immobile con una superficie di oltre 650 mq e che si sviluppa su due piani fuori terra. L’intervento complessivo, con un investimento di circa mezzo milione di euro, ha permesso di realizzare ampi spazi, ed una funzionalità che asseconda le attività delle varie professionalità afferenti al CSM: medici, infermieri, psicologi, assistenti sociali, educatori.

Tutti gli ambienti assicurano la privacy. A tal proposito è presente un accesso per l’accoglienza e una parte riservata per le attività infermieristiche (coordinate dal dottor Andrea Sementilli) che prevede la somministrazioni delle terapie ordinarie e di quelle che richiedono maggiore attenzione e breve permanenza nella sede, anche in situazioni di primo soccorso e emergenza, con spazi differenziati. Gli ambulatori psicologici al piano terra e quelli medici al primo piano sono molto ampi e luminosi.

In particolare le finestre consentono di vedere dal lato sud gli edifici del centro di Pistoia, su un lato il “Giardino Volante”, con gli spazi verdi e il parco giochi.

Con gli adeguamenti e gli ammodernamenti il nuovo CSM è stato dotato di impianti di climatizzazione, oltre al completo rifacimento degli impianti elettrici e speciali, sono state sostituite tutte le finestre e gli infissi interni, oltre al recupero o sostituzione delle persiane esterne. Particolare attenzione è stata data all’abbattimento delle barriere architettoniche attraverso la realizzazione di una rampa presso l’ingresso principale e la ristrutturazione completa dell’impianto elevatore interno. I lavori sono stati eseguiti in circa 7 mesi.

Il buffet dell’Inaugurazione è stato realizzato da “I Piaceri della Vita” il progetto della Salute Mentale Adulti di Pistoia

[ponticelli — ausl toscana centro]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email