incendio del cassero. «FRA BUCHI NELLA RETE E BUCHI NELL’ACQUA…»

Un lettore ripercorre le tappe dell’inutile assemblea del Teatro Francini con un Sindaco Sherlock Holmes e l’assenza totale dei gestori della discarica. «La cosa bella è che tra qualche giorno ci sarà, sul posto, una fantastica merenda e Mungai, per tranquillizzare i cittadini, mangerà la prima fetta di pane e Nutella»
Assemblea per il Cassero. 3. La sala del Francini
Assemblea per il Cassero. La sala del Francini

SERRAVALLE-CASALGUIDI. Egregio direttore, ho partecipato all’incontro con i cittadini organizzato dall’amministrazione del Comune di Serravalle Pistoiese a seguito dell’incendio alla discarica del Cassero di lunedì 4 luglio.

Vorrei informare tutti coloro che non hanno potuto essere presenti circa lo svolgimento dell’incontro.

Erano presenti il Sindaco di Serravalle Patrizio Eugenio Mungai, l’Assessora della Regione Toscana, Federica Fratoni, e un dipendente della Asl. Erano assenti i dirigenti della società privata che gestisce l’impianto e non ne comprendo le motivazioni.

Forse partecipano agli incontri solo quando devono raccontare alla popolazione che la discarica è utile al miglioramento della qualità della vita. Intendo, la loro vita considerato l’entità degli utili che la società produce e distribuisce ai soci. Alla popolazione del territorio distribuisce terrore.

Erano assenti o non sono intervenuti i componenti della commissione di controllo della discarica. Non avevano niente da dire o non sapevano cosa dire. Potrebbe essere utile valutarne l’abolizione.

Il Sindaco Mungai, in un linguaggio non molto comprensibile, dapprima ha focalizzato il proprio intervento sull’insalata e su un’ordinanza che arriverà dopo quella di altri Comuni per avere il tempo materiale di copiarla.

Successivamente ha preferito indossare i panni di Sherlock Holmes e dedicarsi alle indagini sul buco nella rete.

Unità di Crisi del Cassero
Unità di Crisi del Cassero in riunione (Alfio Fedi, presidente di Pistoiambiente, in celeste)

Come se per appiccare il fuoco su un fondo plastico con una temperatura di oltre 30 gradi non fosse sufficiente lanciare un oggetto infiammato senza attraversare la rete. Pazienza.

L’Assessora della Regione Toscana, Federica Fratoni, è stata una vera sorpresa.

Nessuno dei presenti ha capito il motivo dell’intervento, con numeri citati a casaccio e non verificabili nell’immediatezza. Forse ha inteso riparare ai mancati incontri con i residenti, quando, da Presidente della Provincia, è stato siglato il rinnovo della convenzione della discarica del Cassero.

Per il dipendente della Asl, sarebbe opportuno non scrivere niente. Ognuno ha la propria idea della Sanità toscana e della Asl di riferimento.

Tuttavia, consapevole della propria preparazione scientifica (presumo), ci ha rassicurato che le mucche e i vitelli della vicina azienda agricola al momento dell’incendio erano nella stalla.

Incendio dela discarica del Cassero. 7
Incendio dela discarica del Cassero

Non è ancora chiaro se si fossero ritirati spontaneamente dopo una dura giornata di pascolo oppure scappati ai primi fuochi temendo di essere vittime dell’ennesima bisteccata organizzata in territorio comunale. Sarà oggetto di verifica da parte di Mungai-Sherlock.

In conclusione, l’incontro (come era prevedibile) è stato inutile, non sono state fornite notizie diverse da quelle già apparse sulla stampa.

La cosa bella è che tra qualche giorno ci sarà la riapertura della discarica con una fantastica merenda e il sindaco Mungai, per tranquillizzare i cittadini, mangerà la prima fetta di pane e Nutella.

La cosa triste è che tra i personaggi intervenuti, uno è dipendente Asl (con titoli e concorsi), gli altri due, il Sindaco e l’Assessora, sono stati eletti con i voti dei cittadini.

W l’Italia!

Spirito Ameno

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

5 thoughts on “incendio del cassero. «FRA BUCHI NELLA RETE E BUCHI NELL’ACQUA…»

  1. Salve, non essendo di zona mi incuriosisce questa cosa della merenda in discarica..e’ una battuta o davvero ci facevano delle merende organizzate? Il dubbio ce l’ho perché ho visto una foto che mi ha stupito. La foto inquadrava l ingresso e su un cartello c’era scritto “Benvenuti nella discarica del Cassero”..Io tali cartelli di benvenuto li avevo sempre e solo visti all arrivo in luoghi belli e divertenti..che so’..benvenuti a Gardaland..

    1. Caro cittadinocomune, è proprio vero! Io sono casalina e glielo posso assicurare. Come ha detto anche la consigliera Bardelli in un suo intervento il Comune qua organizzava gite e merende per le famiglie alla discarica del cassero, tanto per andare a respirare un po’ d’aria pulita….

  2. Ma l’uomo di punta del pd di Serravalle, non dice niente,noi di qua pensavamo di sentire la sua voce, ma ancora silenzio, dai Renzo fatti sentire,NOI ABBIAMO BISOGNO DI TE!!!

Lascia un commento