INCENDIO VIA CHEMNITZ, OVATTONI: IL COMUNE NON VIGILA ABBASTANZA IL TERRITORIO

“Il forte degrado in cui è avvolta Prato sta diventando anche pericoloso. Il grave incendio di Via Chemnitz ne è una prova”

L’area bruciata di via Chemnitiz

PRATO. Proprio l’anno scorso nel mese di agosto — afferma Patrizia Ovattoni, consigliera d’opposizione — avevo denunciato lì in zona, per l’esattezza in Via Lodz, la presenza di una grande e pericolosa discarica abusiva.

Dopo quell’episodio — prosegue Ovattoni — avevo avuto rassicurazioni dall’amministrazione comunale che nella zona del Macrolotto Due ci sarebbero stati controlli regolari e l’installazione di telecamere al fine di prevenire situazioni altamente degradanti.

Patrizia Ovattoni

Purtroppo così non è stato — sottolinea la consigliera. Come al solito l’amministrazione comunale si è riempita la bocca di belle parole senza però dare seguito ad azioni concrete. E l’accampamento dei nomadi in Via Chemnitz con annessa una enorme discarica abusiva ne è una prova chiara.

Il comune di Prato sta continuando ad elogiare il proprio lavoro rappresentando così una città che non esiste — commenta la consigliera d’opposizione. La realtà è tutt’altra. Il territorio comunale pratese è avvolto da un degrado che avanza inesorabilmente e che sta anche mettendo in pericolo la salute e ’’incolumità fisica dei cittadini.

Alla luce di tutto ciò mi chiedo con quale coraggio l’amministrazione comunale continui a governare in questo modo quando i gravi problemi sono sotto gli occhi di tutti. Amministrare una città significa rendere un servizio ai cittadini e non fare soltanto slogan — conclude la nota di Patrizia Ovattoni.

Patrizia Ovattoni
Consigliere Comunale

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email