inceneritore. ANCORA SILENZIO DA ARPAT SULLA SCADENZA DI EMAS

Estratto risposta di Franceschi

MONTALE. Dopo la denuncia del Comitato per la Chiusura dell’Inceneritore, per la mancanza di rinnovo della certificazione Emas, sono trascorsi quasi trenta giorni, senza alcun riscontro da parte degli Organi di controllo, né dalla soc. Cis srl.

È stato il Consigliere Luca Benesperi a sollecitare con una interrogazione urgente del 7 giugno la richiesta di chiarimento e, in parallelo, il Comitato ebbe a contattare con mail e telefonate l’ente verificatore DNV-GL che, chiaramente ha tenuto il più profondo silenzio, senza concedere alcuna risposta né al Comitato, né alla nostra testata.

Eppure che, già dal 17 Aprile, aveva aperta la pratica: così ci dice Franceschi nella sua risposta. Perché non hanno riferito niente?

Possiamo comprendere: la società DNV-GL è una impresa e il rapporto di consulenza con Ladurner è da fornitore (di servizio) a cliente e quindi non ci sorprende questa pesante riservatezza che sfonda il muro della reticenza presso le amministrazioni locali.

Con lettera dell’11 scorso il Presidente del Cis Franceschi rassicura tutti dicendo che la certificazione Emas è in fase di rinnovo e Ladurner ha inviato il dossier (comprensivo degli audit tenuti presso DNV-GL) a Ispra-Ambiente.

Insomma tutto va ben, Madama la Marchesa.

Ci spiace di dover rilevare che la situazione, dal punto di vista istruttorio è tutt’altro che definitiva e determinata.

Infatti il Comitato Emas (quello che poi assevera la registrazione preso Ispra Ambiente) si riserva di “valutare la posizione dell’organizzazione rispetto alla conformità normativa… attraverso una apposita richiesta ad Arpat … quando Ladurner ne farà richiesta di rinnovo”.

Dunque, la prossima conferenza dei servizi che sarà dedicata a una questione strategica (il rinnovo di Autorizzazione Integrata Ambientale), avrà un altro argomento da trattare, di tutto rispetto, visto la serie di inspiegati “blocchi impianto” susseguitisi a Montale.

Sicuramente il Dott. Andrea Poggi, ne prenderà la necessaria cura e attenzione istruttoria, stante la sua preminente funzione e competenza ufficiale, richiesta da Ispra.

Noi, attendiamo gli esiti delle verbalizzazioni dei soggetti che saranno al board della conferenza.

[Alessandro Romiti]

Leggi anche: www.linealibera.info/inceneritore-scaduta-la-certificazione-emas/

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento