inceneritore. BAGNONI: TORNATE IN PROCURA

Il Consiglio dell’Ordine dei Medici pistoiese, recepisce dei verbali e suggerisce il loro invio alla Procura della Repubblica competente per le omissioni contenute
Egisto Bagnoni

PISTOIA. Non è la prima volta che il Presidente dell’Ordine dei Medici di Pistoia Egisto Bagnoni, si rivolge ai cittadini e Comitato antinceneritorista per invitarlo a portare gli atti alla Procura della Repubblica guidata dal Procuratore Capo Paolo Canessa.

Questa volta, la vicenda è relativa alla copiosa estrazione di atti di archivio inviata all’esame del Consiglio dell’Ordine e che attesta – senza mezze misure – delle ripetute omissione dei medici applicati nelle Commissioni dei vari enti istituzionali, che avrebbero mancato di disporre la “valutazione sanitaria” in relazione alle pratiche istruttorie di Valutazione Impatto Ambientale e, in conseguenza della validità Autorizzazione Integrata Ambientale.

Paola Gelli

L’omissione, osservano dal Comitato antinceneritorista, sarebbe ancora in essere mantenendosi invariati gli effetti delle omissioni dunque, sussistendo perciò la piena prosecuzione dell’illecito, avente chiara rilevanza penale.

Non sappiamo ancora quali iniziative verranno assunte – sul piano deontologico – a carico dei professionisti medici individuati come componenti delle Commissioni che sono associati all’Ordine pistoiese.

Questi professionisti, avendo mancato di adottare delle misure di valutazione hanno scientemente assicurato negli anni il più “basso profilo” sulla pericolosità dell’impianto di incenerimento e questo a partire dal 2003, anno di avvio delle procedure di ampliamento.

[Alessandro Romiti]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “inceneritore. BAGNONI: TORNATE IN PROCURA

Lascia un commento